PDA

Visualizza versione completa : nuove ipo: screen service



danarolettera
28-05-2007, 14.58.58
Screen Service Broadcasting Technologies (SSBT) opera nelle infrastrutture di trasmissione tv digitale e mobile e ha raddoppiato nel 2006 il fatturato a oltre 35 milioni di euro, con oltre 20 milioni di mol. Per il 2010 si attende di arrivare a un giro d'affari di 60 milioni, con mol poco sotto 30 milioni, secondo uno studio del global coordinator Mediobanca.


--------------------------------------------------------------------------------
DATI DELL'OFFERTA GLOBALE
-------- ------------------------------------------------------------------------
Minimo Massimo
Prezzo per azione (euro) 1,35 1,80*
Numero azioni capitale sociale (mln) 127,05
Valutazione società (mln euro) 171,52 228,69
Numero azioni offerte (mln) 69,250
quota riservata al pubblico indistinto (mln) 6,925
Greenshoe (mln) 6,925
Valore dell'offerta senza greenshoe (mln euro) 93,48 124,65
Percentuale del capitale offerto (post greenshoe) 55%
Lotto minimo (numero azioni) 3.000
Listino Expandi
--------------------------------------------------------------------------------

CALENDARIO OFFERTA PUBBLICA
--------------------------------------------------------------------------------
Data Offerta pubblica 28 maggio-6 giugno
Comunicazione del prezzo
entro 8 giugno
Data prevista avvio negoziazioni 11 giugno
--------------------------------------------------------------------------------
SPONSOR/GLOBAL COORDINATOR/ADVISER Mediobanca/Cimino e Associati
--------------------------------------------------------------------------------
AZIONISTI ante offerta post offerta
(pre greenshoe)
Screen Group
58,3% 44,5%
Management 41,7% 5,5%
Mercato - 50%
--------------------------------------------------------------------------------

*prezzo massimo

danarolettera
28-05-2007, 15.00.31
MILANO, 28 maggio (Reuters) - Screen Service Broadcasting Technologies (Ssbt), la società attiva negli apparati per la radiodiffusione televisiva che ha iniziato oggi l'offerta pubblica in vista della quotazione all'Expandi, non pensa di
distribuire un dividendo nel primo anno dopo lo sbarco a Piazza Affari e per i successivi valuterà, fermo restando che il focus è sulla crescita, sia per linee interne, sia attraverso acquisizioni.

Lo ha detto Luca Saleri, vice presidente e amministratore delegato di Ssbt, nel corso di una conferenza stampa di presentazione dell'Ipo.

"Non pensiamo di distribuire un dividendo nel primo anno", ha detto Saleri, aggiungendo di "non escluderlo in futuro, ma dipenderà dai programmi".

Il manager ha più volte rimarcato che Ssbt vuole crescere, innanzitutto per linee interne, ma senza escludere acquisizioni. "Non ci precludiamo nulla", ha affermato Saleri.

Le aggregazioni potrebbero essere agevolate dal fatto che Ssbt sarà contendibile in caso di esercizio della greenshoe: sul mercato, infatti, ci sarà il 55% del capitale.

L'Opvs di Ssbt si compone di un'offerta al pubblico indistinto, pari al 10% del totale, e di un collocamento istituzionale per il restante 90%. La greenshoe riguarda il 10% dell'offerta.

Iniziata oggi, l'Opvs terminerà il 6 giugno. La data di inizio delle negoziazioni è prevista per l'11 giugno.

Per quanto riguarda lo sviluppo del business, Saleri ha sottolineato che "la transizione dall'analogico al digitale è un dato di fatto, ma cambiano i tempi di realizzazione da Paese a Paese".

Ssbt punta molto anche sulla tv mobile. "Nel 2010 ci saranno 3,1 miliardi di cellulari nel mondo, di cui 176 milioni in grado di trasmettere la tv", ha sottolineato Saleri.

Saleri e Michele Bargauan, uno degli altri amministratori delegati, hanno evidenziato l'importanza dei brevetti nelle strategie del gruppo. "Abbiamo deciso di non brevettare alcune parti delle nostre tecnologie per non svelare il know-how alla concorrenza", ha spiegato Saleri.

Ssbt approda all'Expandi, senza escludere un successivo passaggio ad altro segmento di Borsa Italiana, con multipli, sulla basa della forchetta indicativa di prezzo, inferiori
rispetto a Dmt, principale competitor in Italia, sia perché "Ssbt vuole avere margini di crescita", sia perché Dmt "ha diverse anime", ha concluso Saleri.

Nel corso della conferenza stampa è emerso che Mediobanca, cordinatore dell'offerta, nella fase di pre-marketing ha riscontrato un buon interesse per la società bresciana da parte degli investitori istituzionali.

danarolettera
28-05-2007, 15.10.42
anche questa sembra interessante
qui c'è più tempo per decidere

JOCKEY
28-05-2007, 18.54.24
anche questa sembra interessante
qui c'è più tempo per decidere
Anch'io ne sono interessato...
se trovo ulteriori news su SSBT www.screen.it le posto.

:) ciao danarolettera