PDA

Visualizza versione completa : Domani Ŕ una giornata chiave in USA...



pdilorenzo
29-04-2008, 07.50.38
Domani Ŕ una giornata chiave in USA...

Nel pomeriggio attendiamo:
- Pil 1░ trimestre prel (14:30);
- Occupati ADP aprile (14:30);
- Indice costo lavoro 1░ trimestre (14:30)
- PMI Chicago aprile (16:00);
- Scorte greggio settimanali (16:30).

Alle 20.15 c'Ŕ po l'appuntamento con la riunione dell Fomc, il comitato di politica monetaria della Federal Reserve. Annuncio decisione tassi

Anakin
29-04-2008, 15.11.15
Per oggi....

*** USA: FIDUCIA CONSUMATORI CALA A 62,3 PUNTI IN APRILE, SOPRA ATTESE (RCO) (RADIOCOR) 29-04-08 16:00:47

sugacanal
30-04-2008, 08.49.58
Domani Ŕ una giornata chiave in USA...

Nel pomeriggio attendiamo:
- Pil 1░ trimestre prel (14:30);
- Occupati ADP aprile (14:30);
- Indice costo lavoro 1░ trimestre (14:30)
- PMI Chicago aprile (16:00);
- Scorte greggio settimanali (16:30).

Alle 20.15 c'Ŕ po l'appuntamento con la riunione dell Fomc, il comitato di politica monetaria della Federal Reserve. Annuncio decisione tassi

Io mi aspetto un nulla di fatto, ossia che Bernanke lasci i tassi invariati confermando al mercato che il peggio sia passato e che la politica aggressiva di taglio dei tassi Ŕ giunta alla fine. Il deprezzamento dell'euro senza nessun intervento da parte del gufo credo sia dovuto a questo. Sarebbe l'inizio di un primo rafforzamento lento del dollaro che potrebbe portare allo sgonfiamento della bolla sulle materie prime, una manna insperata per il gufo Trichet nella sua opera di immobilismo atta al controllo dell'inflazione. :cool:

pdilorenzo
30-04-2008, 09.07.51
Io invece credo che la Fed taglierÓ il costo del denaro di altri 25 punti base, al 2,0%. La banca centrale Usa potrebbe poi indicare nel consueto comunicato una pausa nella lunga manovra di riduzione dei Fed Funds in atto dal settembre scorso

Ricordo gli effetti di questa decisione saranno scontati venerdý a Piazza Affari in considerazione della festivitÓ del 1░ Maggio!

Restano chiuse per festivitÓ anche le Borse di Parigi, Amsterdam, Bruxelles, Lisbona, Fracoforte, Londra, Madrid, Zurigo.

Il bestio
30-04-2008, 09.10.38
Se hai ragione lo sentiremo crogiolarsi soddisfatto alla luna il caro gufo. "UU-UUUU-UUU-UUUU-UUU" :D :D :D

sugacanal
30-04-2008, 09.28.01
Io invece credo che la Fed taglierà il costo del denaro di altri 25 punti base, al 2,0%. La banca centrale Usa potrebbe poi indicare nel consueto comunicato una pausa nella lunga manovra di riduzione dei Fed Funds in atto dal settembre scorso


Si, puo' essere, solo che un taglio di 0.25 a questo punto mi sembra solo un contentino, una manovrina da poco conto. Il piu' è stato fatto e se Ben vuole stupire in positivo deve a mio avviso puntare alla pausa da subito. Comunque anche il resto dei dati odierni da te elencati sicuramente faranno propendere la FED per una o per l'altra decisione.

ant72
30-04-2008, 13.35.01
Usa: Adp, 10mila Posti Lavoro Creati In Aprile Dal Settore Privato (rco)

Dato Nettamente Migliore Delle Attese (il Sole 24 Ore Radiocor) - Washington, 30 Apr - In Aprile Negli Stati Uniti Il Settore Privato Dovrebbe Aver Creato 10mila Posti Di Lavoto. La Stima Resa Nota Dalla Societa' Di Ricerche Del New Jersey Adp E' Nettamente Migliore Delle Attese Degli Analisti, Che Avevano Pronosticato La Perdita Di 70mila Posti. Comprendendo Anche Il Settore Pubblico Adp Prevede Che Nel Mese Siano Stati Creati 29.500 Posti. Il Dato Ufficiale Del Dipartimento Del Lavoro Sara' Reso Noto Venerdi'.

door
30-04-2008, 13.43.31
La Borsa di Milano si scuote ed accelera dopo la pubblicazione della variazione del Pil degli Stati Uniti nel primo trimestre: l'indice S&P/Mib sale dello 0,25%

La prima economia del pianeta ha segnato un incremento dello 0,6% rispetto alle attese di un incremento dello 0,5%, un dato che si confronta con il +0,6%dell'ultimo trimestre del 2007

ant72
30-04-2008, 13.45.12
Usa: +0,6% Pil Nel Primo Trimestre, In Linea Con Attese Ma E' Calato Dello 0,2% Al Netto Delle Scorte.

Washington, 30 Apr - Il Prodotto Interno Lordo Degli Stati Uniti E' Cresciuto Dello 0,6% Nel Primo Trimestre Dell'anno. Il Dato Reso Noto Oggi Dal Dipartimento Del Commercio E' In Linea Con Le Attese Degli Analisti. Al Netto Delle Scorte, Tuttavia, Le Vendite Finali Sono Calate Dello 0,2%, Un Dato Che Avvalora La Tesi Dell'entrata In Recessione Dell'economia Americana.

pdilorenzo
30-04-2008, 21.01.28
La Federal Reserve ha tagliato il tasso di riferimento di 25 punti base portandolo al 2,00%, mentre il tasso di sconto Ŕ stato ridotto di 1/4 al 2,25%, e suggerisce implicitamente che questo sia l'ultimo di una serie di tagli iniziati a metÓ settembre.


Comunque, la Fed si Ŕ lasciata le opzioni aperte e i mercati finanziari vedono una qualche possibilitÓ che potrebbero esserci altri tagli in cantiere.


Il taglio Ŕ conforme alle attese di molti osservatori, che scommettevano su una riduzione da un quarto di punto. A partire dal picco di 5,25% dell'estate scorsa, i tassi Usa sono stati ridotti da metÓ settembre 2007 con l'emergere della crisi dei mutui.


Nel comunicato la Fed afferma che le incertezze circa le prospettive di inflazione rimangono elevate, ma nel corso dei prossimi trimestri si attende una moderazione dell'inflazione.


Nell'annunciare la sua decisione, la banca centrale Usa ha richiamato l'attenzione sui tagli "sostanziali" che ha giÓ messo in atto e ha rilevato i prezzi dell'energia ed altri prezzi di commodity sono in rialzo.


Due funzionari della Fed hanno dissentito dalla decisione di tagliare i tassi, preferendo non apportare alcun cambiamento

sugacanal
02-05-2008, 07.55.39
Avevi ragione tu e la maggioranza degli economisti:p
Pensavo che Ben volesse stupirci, ma ha seguito il trend e le richieste del mercato. Nonostante tutto comunque, l'economia USA non Ŕ ancora in recessione, ma sembra sempre piu' profilarsi un forte rallentamento a mio avviso ben gestito dalla FED, capace di essere sempre presente e attiva al momento giusto. Fin'ora la svolta Ŕ stato il salvataggio della Bearn Sterns; dalla grande paura del fallimento, i mercati hanno recuperato parecchio. Speriamo che i prossimi dati macro confermino questa lenta ripresa che potrebbe portare gli indici di borsa a guardare oltre la crisi. :cool: