PDA

Visualizza versione completa : Chi salverà Fannie e Freddie?



fpess78
12-07-2008, 15.42.52
Le due istituzioni servono indirettamente circa 55 milioni di americani, garantiscono mutui sul mercato secondario per 5.000 miliardi di dollari e sono la vera cinghia di trasmissione dell'intero mercato secondario. Per questo banche che hanno investito su strumenti garantiti dalle due istituzioni, ad esempio Lehman Brothers, molto esposta, subiscono a loro volta perdite colossali; per questo economisti e analisti chiedono un sostegno del governo e per questo lo stesso Henry Paulson, segretario al Tesoro americano, pur escludendo ieri "bail out", ha già immaginato la creazione di nuovi covered bonds per dare liquidità al mercato. Sembra impossibile però, che in questa situazione di caduta libera ci siano oggi investitori pronti ad entrare senza, quanto meno, la creazione di strumenti di garanzia dello stato.
Comunque sia, l'atmosfera di oggi ci riporta a 70 anni fa, al 1938, quando il Presidente Franklin Delano Roosevelt, nel mezzo della grande depressione e nel mezzo della violentissima crisi immobiliare e finanziaria di allora, invocò di nuovo l'intervento dello stato e lanciò la Federal National Mortgage Association. L'acrinomo FNMA fu presto trasformato nel nome e cognome rappresentativo di una figura materna e rassicurante, Fannie Mae. Nel giro di pochi anni i muscoli dello stato fecero leva contro la psicologia negativa degli investitori. La situazione si normalizzò e fino al 1968, Fannie Mae (ormai è da decenni il suo nome ufficiale) restò statale: rilevava da banche e istituzioni portafogli di mutui, li garantiva e li ricollocava presso altri investitori. Divenne così la cinghia di trasmissione principale per la creazione di un mercato secondario, consentiva alle banche di scaricare vecchi mutui e di emetterne di nuovi; non aveva mai rapporti diretti con il consumatore, ma lo agevolava lo stesso, mantenendo, con il suo intervento, i tassi di interesse su livelli accessibili. Il suo reddito era determinato da un premio di garanzia sull'ammontare ricollocato. Nel 1970, con un mercato forte, il Congresso decretò la nascita di un'altra istituzione simile, la Federal Home Loan Mortgage Corporation. L'acronimo FHLMC divenne subito Freddie Mac, il compagno paterno a benevolo della signora Fannie Mae, di nuovo istituzione privata, di nuovo attiva sul mercato secondario.
Le cose andarono bene per molto tempo, le istituzioni si reggevano bene da sole, lo stato guardava da lontano e autorizzava di fatto un monopolio del mercato. I massimi, negli ultimi otto anni, in borsa li abbiamo visti per Fannie Mae nel 2000 a quota 87,8 dollari per azione e per Freddie Mac nel 2004 a quota 73,7 dollari per azione. Poi ci furono alcune difficoltà contabili, qualche tempesta politica, dimissioni di un paio di amministratori delegati. Ma la vera crisi è dei nostri giorni: Fannie Mae ha perso il 13% mercoledì, il 13,7% giovedì e ieri il 22,4%. Ha chiuso a quota 10,25 con una perdita dell'87,9% sui massimi. Freddie Mac ha perso il 23,7% mercoledì, il 22,03% giovedì e ieri, dopo essere sprofondata nell'intraday, ha recuperato chiudendo in ribasso del 3,1%. Ha archiviato la seduta a quota 7,65, con una perdita dell'89,5% sui massimi. E se si andrà avanti così? L'intervento dello Stato, al di là del "moral hazard" diventerà, in una forma o nell'altra, inevitabile. Anche perché la crisi avanza: in California, sempre all'avanguardia, molti comuni hanno creato dei parcheggi speciali dove chi ha perso la casa potrà recarsi la notte per dormire in macchina. A motori spenti, perché il carburante ha già costi inaccessibili.

RISULTATI 17 VOTI


| CONDIVIDI Condividi le notizie più importanti
Tutte le icone rimandano a servizi web, esterni al sito ILSOLE24ORE.COM, che consentono di organizzare online le proprie informazioni e condividerle con la propria community di riferimento. Attraverso questi strumenti è possibile classificare, taggare, votare, commentare o salvare tutti i contenuti online che preferisci.
I servizi da noi scelti:
Del.icio.us
Servizio di social bookmarking che consente di aggregare elenchi di bookmark creati dagli utenti classificandoli con un sistema di tag.

Digg
Sito web di aggregazione e condivisione delle notizie, dai siti editoriali e dai blog, sulla base delle segnalazioni e del gradimento tra gli utenti.
Technorati
Motore di ricerca del mondo dei blog.

Yahoo
Pagina personale del portale Yahoo!. Si possono conservare i propri bookmark per averli sempre disponibili nella propria pagina.

Vuoi segnalarci altri servizi simili? Scrivici





L'INFORMAZIONE DEL SOLE 24 ORE SUL TUO CELLULARE
ABBONATI A: Top News Info Borsa News Analisi Titolo Info Titolo Quotazione Titolo Settimana Fiscale News Guida al Lavoro News Ambiente e Sicurezza News Inserisci qui il numero del tuo cellulare



--------------------------------------------------------------------------------
ANNUNCI GOOGLE

pdilorenzo
13-07-2008, 22.54.34
Il Tesoro americano aiuta Freddie Mac, sollecitando alcune grandi banche per garantire che venda 3 miliardi di obbligazioni.

Lo rivela il Washington Post. Il Tesoro, la Federal Reserve e altre agenzie considerano ormai questa operazione, stabilita in precedenza, come un test per verificare la fiducia degli investitori, dopo che la scorsa settimana l'agenzia semi-governativa che opera nel settore dei prestiti ipotecari e' crollata in Borsa insieme alla sua sorella Fannie Mae

pdilorenzo
14-07-2008, 10.56.07
Dal sito: www.corriere.it

Il Dipartimento del Tesoro statunitense ha varato un piano in tre fasi per il salvataggio di Fannie Mae e Freddie Mac, le agenzie semigovernative che erogano mutui a tassi agevolati: lo ha annunciato il Segretario Henry Paulson, in attesa che il Congresso dia il via libera all’operazione.

IL PIANO - Come prima fase, verranno create delle nuove linee di credito dalle quali le agenzie potranno prelevare in prestito dei fondi; inoltre il Tesoro, in caso di necessità, potrebbe acquistare parte del capitale sociale delle due compagnie.

Infine, la Federal Reserve avrebbe un ruolo "consultivo" nello stabilire le richieste di capitale delle due agenzie. La stessa Federal Reserve ha annunciato di voler aprire una linea di credito agevolato per le due aziende, che pagherebbero un interesse del 2,25%, identico a quello praticato nei confronti delle banche commerciali e delle grandi corporation; positiva la reazione della Casa Bianca, che ha invitato il Congresso ad approvare il piano al più presto.

CHI SONO - Fannie Mae ( dalla sigla Fnma, Federal National Mortgage Association) e Freddie Mac (Federal Home Loan Mortgage Corporation) garantiscono complessivamente debiti per 5.300 miliardi di dollari, circa la metà dei mutui erogati negli Stati Uniti. "Fannie" venne creata nel 1938, in un’epoca di grave crisi immobiliare, e rimase un’agenzia governativa fino al 1968; "Freddie" venne fondata nel 1970. Le due agenzie non sono direttamente in contatto con il pubblico, ma acquistano i mutui dalle società che li erogano per rivenderli agli investitori, mantenendo alta la disponibilità di denaro a basso costo; se chi contrae il mutuo non è in grado di pagare sono le due agenzie - e quindi gli investitori - a garantire il debito, e l’attuale crisi del settore immobiliare fa temere che non possano far fronte ai propri obblighi. Se dovessero fallire, le ripercussioni sull’intero sistema finanziario potrebbero essere devastanti e la crisi del settore immobiliare potrebbe farsi ancora più profonda: ottenere dei mutui sarebbe ancora più difficile e gli interessi medi diventerebbero più alti.

pitt
15-07-2008, 20.46.04
FANNIE MAE: MOODY'S TAGLIA RATING A B-, TITOLO CROLLA DEL 26%

ASCA) - Roma, 15 lug - Moody's taglia il rating di Fannie Mae da B a B- e il rating rimane sotto osservazione per un possibile ulteriore declassamento. L'abbassamento del rating riflette la diminuita flessibilita' finanziaria di Fannie Mae. Intanto il titolo crolla a Wall Street. Dopo il rimbalzo di ieri sul sostegno della fed, Fannie Mae lascia sul terreno il 26% e sulla stessa linea anche Freddie Mac

pitt
22-08-2008, 08.13.29
09:07:55 Freddie Mac: Sonda Investitori Privati, Ma Senza Successo (wsj)


(il Sole 24 Ore Radiocor) - New York, 22 Ago - Freddie Mac, Uno Dei Due Colossi Parastatali Di Riassicurazione Dei Mutui Americani (l'altro E' Fannie Mae), Starebbe Sondando Investitori Privati Specializzati Nel Capitale Di Rischio Per Reperire Mezzi Freschi. Lo Afferma L'edizione Online Del 'wall Street Journal' Secondo Cui 'i Dirigenti Di Freddie Mac Sondano Le Societa' Di Capitale Di Rischio E Altri Investitori Sul Possibile Acquisto Di Nuove Azioni Ordinarie O Privilegiate'. Il Quotidiano Usa Cita Un Portavoce Di Freddie Mac Per Il Quale 'la Direzione Ha Parlato In Settimana Con Un Numero Molto Elevato Di Possibili Investitori'. Un Tale Obiettivo Si Scontrerebbe Pero', Rileva Il Giornale, Con 'i Timori Di Parecchi Investitori, Che Avrebbero Paura Di Perdere Eventuali Investimenti In Freddie Mac O In Fannie Mae' Nel Caso Che I Due Gruppi Vengano Nazionalizzati. Fannie Mae E Freddie Mac Detengono O Garantiscono Piu' Del 40% Dei Mutui Ipotecari Americani E Nella Settimana Hanno Accelerato Le Perdite In Borsa Sull'ipotesi Di Un Progetto Di Nazionalizzazione Da Parte Del Tesoro Usa (che Abbatterebbe Il Valore Dei Titoli In Mano Agli Azionisti). Red-pal- (radiocor) 22-08-08 09:07:43