PDA

Visualizza versione completa : E se fosse iniziato un nuovo trend toro ?



lux69
19-04-2009, 20.33.07
Sempre con un occhio a quanto dice il nostro moderatore Di Lorenzo di SOS Trader :

"Graficamente l’indice sta completando una formazione definita “V-bottoms” che appare in seguito ad una caduta quasi verticale dei prezzi che determina il raggiungimento di un livello in cui la pressione di vendita è all'apice e a cui fa seguito una forte reazione speculare delle quotazioni nella direzione opposta. Sull’S&PMib riteniamo che il movimento a V sia quasi comp letato e possa raggiungere un naturale punto di arrivo sui massimi di Febbraio in area 18.750. Raggiunto questo livello ci attendiamo una fase di consolidamento che consenta di scaricare l’impercomprato presente su diversi titoli generato da un apprezzamento dell’indice del 50% dai minimi toccati solo 28 sedute orsono e di oltre il 100% per diverse Blue chips: Unicredito si è apprezzata del 180% dai minimi annuali a 0.666€, Fiat del 132% ecc. Operativamente riteniamo poco utile aprire posizioni Long su questi livelli in prossimità di una resistenza così importante: dunque attendiamo un eventuale pull back del mercato al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio."

Volevo sottolineare e sentire qualche parere su qualche passo del libro "Guadagnare in Borsa col metodo di Martin Zweig" della serie "La finanza secondo Renato Di Lorenzo" edito da Experta nel 2001.
Mi pare interessante e mi sembra attuale quanto scritto in merito ai trend ed a come accorgersi che il mercato sta passando da orso a toro :
1) ogni mercato toro inizia sempre con un rally estremamente deciso, con volumi alti e con un forte incremento dei prezzi;
2) si ha bisogno di bassi tassi di interesse che significa economia praticamente in fase di recessione;
3) c'è bisogno di molta liquidità;
4) c'è bisogno di pessimismo.
Solo quando tutte queste condizioni sono verificate è possibile un nuovo e prolungato trend al rialzo; soltanto quando si è nel disastro più totale i mercati riescono a risorgere e dare vita ad un nuovo periodo di espansione ...
Zweig sottolinea che un mercato toro alla sua fase iniziale in genere non subisce grandi correzioni ed è quindi del tutto inutile aspettare che i prezzi tornino indietro prima di acquistare.

Non vi pare che ci siamo ???
Certo la conferma si avrà solamente quando faremo un minimo più alto del precedente (onda 2) ...

laura
19-04-2009, 21.04.37
Sempre con un occhio a quanto dice il nostro moderatore Di Lorenzo di SOS Trader :

"Graficamente l’indice sta completando una formazione definita “V-bottoms” che appare in seguito ad una caduta quasi verticale dei prezzi che determina il raggiungimento di un livello in cui la pressione di vendita è all'apice e a cui fa seguito una forte reazione speculare delle quotazioni nella direzione opposta. Sull’S&PMib riteniamo che il movimento a V sia quasi comp letato e possa raggiungere un naturale punto di arrivo sui massimi di Febbraio in area 18.750. Raggiunto questo livello ci attendiamo una fase di consolidamento che consenta di scaricare l’impercomprato presente su diversi titoli generato da un apprezzamento dell’indice del 50% dai minimi toccati solo 28 sedute orsono e di oltre il 100% per diverse Blue chips: Unicredito si è apprezzata del 180% dai minimi annuali a 0.666€, Fiat del 132% ecc. Operativamente riteniamo poco utile aprire posizioni Long su questi livelli in prossimità di una resistenza così importante: dunque attendiamo un eventuale pull back del mercato al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio."

Volevo sottolineare e sentire qualche parere su qualche passo del libro "Guadagnare in Borsa col metodo di Martin Zweig" della serie "La finanza secondo Renato Di Lorenzo" edito da Experta nel 2001.
Mi pare interessante e mi sembra attuale quanto scritto in merito ai trend ed a come accorgersi che il mercato sta passando da orso a toro :
1) ogni mercato toro inizia sempre con un rally estremamente deciso, con volumi alti e con un forte incremento dei prezzi;
2) si ha bisogno di bassi tassi di interesse che significa economia praticamente in fase di recessione;
3) c'è bisogno di molta liquidità;
4) c'è bisogno di pessimismo.
Solo quando tutte queste condizioni sono verificate è possibile un nuovo e prolungato trend al rialzo; soltanto quando si è nel disastro più totale i mercati riescono a risorgere e dare vita ad un nuovo periodo di espansione ...
Zweig sottolinea che un mercato toro alla sua fase iniziale in genere non subisce grandi correzioni ed è quindi del tutto inutile aspettare che i prezzi tornino indietro prima di acquistare.

Non vi pare che ci siamo ???
Certo la conferma si avrà solamente quando faremo un minimo più alto del precedente (onda 2) ...
Il ciclo emozionale del mercato......!!!:)
E secondo me il parco buoi è ancora fuori...!!!:confused:

mtwapa
20-04-2009, 20.38.09
Sempre con un occhio a quanto dice il nostro moderatore Di Lorenzo di SOS Trader :

"Graficamente l’indice sta completando una formazione definita “V-bottoms” che appare in seguito ad una caduta quasi verticale dei prezzi che determina il raggiungimento di un livello in cui la pressione di vendita è all'apice e a cui fa seguito una forte reazione speculare delle quotazioni nella direzione opposta. Sull’S&PMib riteniamo che il movimento a V sia quasi comp letato e possa raggiungere un naturale punto di arrivo sui massimi di Febbraio in area 18.750. Raggiunto questo livello ci attendiamo una fase di consolidamento che consenta di scaricare l’impercomprato presente su diversi titoli generato da un apprezzamento dell’indice del 50% dai minimi toccati solo 28 sedute orsono e di oltre il 100% per diverse Blue chips: Unicredito si è apprezzata del 180% dai minimi annuali a 0.666€, Fiat del 132% ecc. Operativamente riteniamo poco utile aprire posizioni Long su questi livelli in prossimità di una resistenza così importante: dunque attendiamo un eventuale pull back del mercato al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio."

Volevo sottolineare e sentire qualche parere su qualche passo del libro "Guadagnare in Borsa col metodo di Martin Zweig" della serie "La finanza secondo Renato Di Lorenzo" edito da Experta nel 2001.
Mi pare interessante e mi sembra attuale quanto scritto in merito ai trend ed a come accorgersi che il mercato sta passando da orso a toro :
1) ogni mercato toro inizia sempre con un rally estremamente deciso, con volumi alti e con un forte incremento dei prezzi;
2) si ha bisogno di bassi tassi di interesse che significa economia praticamente in fase di recessione;
3) c'è bisogno di molta liquidità;
4) c'è bisogno di pessimismo.
Solo quando tutte queste condizioni sono verificate è possibile un nuovo e prolungato trend al rialzo; soltanto quando si è nel disastro più totale i mercati riescono a risorgere e dare vita ad un nuovo periodo di espansione ...
Zweig sottolinea che un mercato toro alla sua fase iniziale in genere non subisce grandi correzioni ed è quindi del tutto inutile aspettare che i prezzi tornino indietro prima di acquistare.

Non vi pare che ci siamo ???
Certo la conferma si avrà solamente quando faremo un minimo più alto del precedente (onda 2) ...


1) non ci sono volumi da paura
2) vero che i tassi sono bassi ma il mercato toro sano che duri deve saper reggere il rialzo tassi
3)non c'e' liquidita'
4)gli indicatori di confidence e ottimismo sono alti sul breve

onda 2 di che grado? siamo a 1/3 di un'ipotetica 1 sempre che non sia una A B C dovrebbe segure un'onda 2 articolata di un paio di trimestri almeno(accumulazione) e poi rottura con la 50 che taglia la 200

decisamente prematuro il discorso secondo me

mtwapa
20-04-2009, 20.39.37
Il ciclo emozionale del mercato......!!!:)
E secondo me il parco buoi è ancora fuori...!!!:confused:

...o media le posizioni di lungo......:D