PDA

Visualizza versione completa : Utility



pitt
23-09-2009, 09.46.06
Cautela su questo settore

L'agenzia dello stato potrebbe dare avvio a nuovi accertamenti sui famosi AIUTI DI STATO...

RISCHIO DIVIDENDI!!

robin
23-09-2009, 10.02.31
Cautela su questo settore

L'agenzia dello stato potrebbe dare avvio a nuovi accertamenti sui famosi AIUTI DI STATO...

RISCHIO DIVIDENDI!!
Letto ieri...si parla addirittura di un decreto legge apposito per recuperare le agevolazioni connesse alla quotazione delle ex municipalizzate,
con aumento da 230 a 400 mln€ di esborso riguardo la moratoria fiscale '96-'99:cool:
A2A,Acea e Iride le più penalizzate;Enia non ne ha usufruito:o

robin
24-09-2009, 08.44.38
Allo studio cessione rete trasmissione alta tensione a Terna:o
http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=200909240924001859&chkAgenzie=PMFNW

pitt
29-09-2009, 12.45.49
Stangata da 355mln

robin
29-09-2009, 12.52.51
Stangata da 355mln
La pacchia è finita:D
Ciao Pitt:)

rubenf
30-09-2009, 07.27.32
cvd....

Energia: utility pagano il conto dell'Istat (MF)
MILANO (MF-DJ)--Era poco piu' di un gentleman agreement tra Tesoro e Comuni. Anzi. Siccome fidarsi e' bene, ma non fidarsi e' meglio, era stato anche scritto in una legge. Il denaro recuperato dalle ex municipalizzate che avevano usufruito negli anni Novanta di aiuti di Stato poi dichiarati illegittimi dalla Corte di giustizia europea avrebbe dovuto finire in un fondo "da ripartire tra gli enti pubblici territoriali per le esigenze di trasporto locale, non ferroviario", diceva la legge, avente per scopo il "miglioramento della sicurezza, all'ammodernamento dei mezzi e della riduzione delle tariffe". Ma dalle relazioni del decreto sugli obblighi comunitari appena trasmesse al Senato, si legge in un articolo di MF, emerge un'altra novita' oltre al fatto che il conto sara' piu' salato, fino a 430 mln euro, per Acea, A2A e le altre ex municipalizzate. I nuovi 400 e passa milioni che il Tesoro recuperera', non saranno in nessun modo rigirati ai Comuni azionisti delle utility, ma saranno utilizzati, in gran parte, per pagare il conto del sesto censimento dell'agricoltura, previsto da un regolamento comunitario e che costera' all'Istat che lo dovra' organizzare quasi 130 mln (128,5 per l'esattezza). E gli altri 270 milioni circa che avanzeranno? Neanche di quest'altra fetta della torta i Comuni vedranno arrivare nelle loro casse un euro. Quei soldi andranno a finire nello stesso calderone dove saranno parcheggiate le risorse che saranno raggranellate grazie allo scudo fiscale. Si tratta del mega-fondo che dovra' servire a finanziare gli interventi per il 2010 che dovessero rendersi necessari una volta chiusa la finanziaria light varata dal governo nei giorni scorsi. red/vz (END) Dow Jones Newswires September 30, 2009 02:25 ET (06:25 GMT) Copyright (c) 2009 MF-Dow Jones News Srl.

robin
02-10-2009, 16.48.10
Saranno i sindaci di Torino,Genova,Reggio Emilia,Parma e Piacenza,azionisti di Iride e Enia,a decidere se proseguire nel progetto di fusione:confused:
La nuova società,che dovrebbe essere operativa dal 01/01/2010,potrebbe subire uno stop a seguito della nuova stangata fiscale:
Iride infatti dovrà pagare 65mln€,che si aggiungono ai 60 già versati lo scorso maggio quale restituzione degli aiuti di stato,
legati al contenzioso con la UE,relativo al periodo '96-'99,quando alcune utility divennero s.p.a.:o
Questo esborso non era stato previsto dalle due aziende ai tempi dellla fusione e se pagato per intero mette in forse il dividendo 2009,
e poichè lo stacco della cedola avverrà il prossimo anno,il rischio è che a contribuire sia la sola Enia:(
Riguardo al concambio,potrebbe passare da 4,2 a 4,3 azioni Iride ogni Enia,con un livello di 4,5 nello scenario peggiore:cool:

robin
13-01-2010, 16.16.07
Fusione Enia-Iride al via entro uno o due mesi:confused: :o
http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201001131625116767&chkAgenzie=TMFI&vote=4

robin
11-02-2010, 08.43.50
Fusione Enia-Iride al via entro uno o due mesi:confused: :o
http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201001131625116767&chkAgenzie=TMFI&vote=4
Il Sole 24 ore scrive che le posizioni dei due gruppi sono inconciliabili e si va verso una rottura:eek: :confused: :o

robin
15-02-2010, 08.44.30
Il Sole 24 ore scrive che le posizioni dei due gruppi sono inconciliabili e si va verso una rottura:eek: :confused: :o
Ci hanno ripensato e nel cda di domani contano finalmente di raggiungere un'intesa:confused: :o

simy01
15-02-2010, 08.46.08
Ci hanno ripensato e nel cda di domani contano finalmente di raggiungere un'intesa:confused: :o
meglio di una telenovela:D :D :p

robin
15-02-2010, 17.57.42
Enia-Iride pare abbiano deciso...:rolleyes:
http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201002151613458150&chkAgenzie=TMFI&vote=4

robin
11-03-2010, 08.03.19
Il cda di Enia conferma il concambio indicato nel prospetto di fusione in 4,2 azioni Iride ritenuto "congruo":rolleyes:

ikip
11-03-2010, 15.29.36
non so se interessa o questo argomento è già passato, ma molte utility (ancora hera per quel che vedo in bolletta) aggiungono alla tassa dei rifiuti iva del 10% (tassa su tassa) che è stata definita ingiusta da sentenza , manca ancora la nota applicativa ma potrebbero essere costrette a rendere molti , molti soldi
per adesso la richiesta alla utility può essere fatta dai singoli intestatari di contratto.

Un saluto ( forse è già una cosa passata e mi sono perso il giro)

fatemi sapere

Teo
11-03-2010, 15.36.04
Mi ero interessato alla cosa dopo aver visto un servizio delle iene in merito, ed avevo trovato questo link:
http://www.impresalavoro.eu/sentenze/iva-e-t-i-a-le-conseguenze-della-sentenza.html

A quanto sembra se la cosa andasse in porto ci potrebbero essere rimborsi per i privati, mentre per le imprese sarebbe il contrario....

Staremo a vedere.

pitt
16-08-2011, 08.27.12
Settore in caduta libera dopo la nuova addizionale IRES

sugacanal
16-08-2011, 09.49.51
Settore in caduta libera dopo la nuova addizionale IRES

Per la serie: esistono ancora titoli considerati difensivi??:eek: :eek: :D :D

pitt
17-08-2011, 11.16.46
Per la serie: esistono ancora titoli considerati difensivi??:eek: :eek: :D :D
:D
Il bello è che lo STATO ha in mano molte loro quote

pitt
18-04-2012, 10.21.23
Settore in calo sulla scia delle forti vendite in Spagna

pitt
06-11-2012, 12.52.19
Continua la debolezza di un settore appesantito dai debiti

enricocuccia
06-11-2012, 13.38.08
Continua la debolezza di un settore appesantito dai debiti


vero, oggi A2A è sotto il supporto di 0,38.

max.67
06-11-2012, 14.06.31
vero, oggi A2A è sotto il supporto di 0,38.

Già, sembra sempre che rimbalzi invece scende.:cool_old:
Io ce l'ho sulle croste da tre settimane sta balorda.

Il bestio
06-11-2012, 15.44.06
Focus sulle Utility europee 06/11/2012 15:59 - WS

SX6E (237,5 -0,5%). L'indice delle utility europee registra da inizio anno una performance negativa del -5%, classificandosi come il secondo peggior settore europeo dopo il telefonico.

Toccati tra maggio e giugno i minimi dal 2003 a quota 200 punti, ha messo a segno un forte rimbalzo che a metà settembre si è spento contro la resistenza in area 256 punti.

In caso di superamento di quest'ultimo livello il successivo obiettivo è individuabile in area 280 punti. Premessa per tale scenario è la tenuta del sostegno tattico in area 237 punti, sul quale è schiacciato da varie settimane.

25129

da websimm'

Il bestio
06-11-2012, 15.49.10
ancora websimm'

UTILITY - L'analisi tecnica di Websim 06/11/2012 14:05 - WS
Ieri il peggior settore azionario americano è stato quello delle Utility (-1,66%).

Oggi il downgrade ad Underperform della tedesca E.On (17,34 eu, -0,8%) da parte di Morgan Stanley contribuisce a mantenere una certa pressione sul comparto europeo, che da inizio anno è il penultimo (ultime sono le Tlc) con un -5% rispetto all'indice generale Eurostoxx in guadagno dell'11%.

Concentrando l'attenzione alle utility di Piazza Affari, in particolar modo alle "municipalizzate", troviamo anche qui un quadro di debolezza con perdite accumulate e vulnerabilità ancora latente. Per le strategie operative di breve termine rimandiamo alle rispettive schede di Analisi Tecnica su www.websim.it

A2A (A2A.MI) (0,38 eu, -1%) ha chiuso sia settembre che ottobre sui minimi: chi segue il titolo ha visto annullare bruscamente i rimbalzi tentati. Qualora cedesse area 0,38/0,36 eu, si punterebbe ai minimi di luglio e a quelli assoluti (0,2861 eu).



ACEA (ACE.MI) (4,10 eu, -1%) ha annullato buona parte del rimbalzo estivo e sembra probabile che vada a chiudere anche questo trimestre in negativo, sarebbe l'ottavo di fila. Il rischio di rivedere i minimi del 2003 in area 3,20 eu rimane alto.



HERA (HER.MI) (1,28 eu, -1%), tra le quattro utility qui considerate è quella che presenta il quadro grafico di maggior tenuta. Dopo avere costruito a lungo una zona di minimo intorno a 1 eu, ha inanellato tre mesi di deciso rimbalzo. Forse ha bisogno di rifiatare un po' ma c'è ancora upside.



IREN (IRE.MI) (0,43 eu, -0,8%) è molto simile graficamente ad A2A. E' probabile che i supporti in area 0,40 eu vengano messi a dura prova. In caso di rottura, supporti successivi sui minimi assoluti a 0,24 eu.

pitt
07-11-2012, 08.28.08
Focus sulle Utility europee 06/11/2012 15:59 - WS

SX6E (237,5 -0,5%). L'indice delle utility europee registra da inizio anno una performance negativa del -5%, classificandosi come il secondo peggior settore europeo dopo il telefonico.

Toccati tra maggio e giugno i minimi dal 2003 a quota 200 punti, ha messo a segno un forte rimbalzo che a metà settembre si è spento contro la resistenza in area 256 punti.

In caso di superamento di quest'ultimo livello il successivo obiettivo è individuabile in area 280 punti. Premessa per tale scenario è la tenuta del sostegno tattico in area 237 punti, sul quale è schiacciato da varie settimane.

25129

da websimm'

non fa una grinza