PDA

Visualizza versione completa : Beghelli



aplatani
28-06-2005, 10.49.56
Evidene la serie di minimi creascenti che sta caratterizzando l'andamento del titolo da 3 mesi a questa parte. Un ulteriore segnale rialzista sarebbe il break del massimo relativo precedente posto a 0,6415 e potrebbe essere un buon buy.
L'unica raccomandazione è sui volumi, il titolo è un pò sottile e gli scambi dovranno essere convincenti.

Andrea

MARYANNA
31-08-2005, 13.34.08
oggi e da incrementare? :D

MARYANNA
05-09-2005, 10.18.27
:D oggi anche bahellina inizia a correre, chi la ferma piu'

MARYANNA
08-11-2005, 11.50.26
sapete quando ci sarà la trimestrale?
grazie

giuliof
08-11-2005, 12.01.49
Occhio MARYANNA ad essere molto entusiasta con questi titoli.
negli anni ho visto che molti titoli che , vuoi per il nome simpatico,
vuoi perche' sono un po' nel nostro inconscio collettivo come tanti marchi che ci circondano, lasciare i risparmiatori in braghe di tela ... (parmalat, cirio, gandalf, giacomelli, ecc.). Non sara' il caso di questa , spero, visto che e' un po' meno famosa delle altre che ho detto.... qualche cippino ci puo' stare

sempre IMHO.

Saluti
gf

eugenio
08-11-2005, 12.05.01
sapete quando ci sarà la trimestrale?
grazie

CDA trimestrale 14/11/2005.

MARYANNA
08-11-2005, 12.09.58
:) grazie per l'info
e per i consigli!

eugenio
08-11-2005, 12.12.38
A buon rendere. ;)

MARYANNA
09-11-2005, 11.04.52
non sembra un brutto titolo,
:)

peppyy
09-11-2005, 11.13.29
non sembra un brutto titolo,
:)
Maryanna l'hai in carico ?

MARYANNA
09-11-2005, 11.16.18
Beghelli sta guadagnando terreno, nel tentativo di invertire il trend ribassista attivo sin dalla prima metà di settembre. Si tratta di un'operazione non facile, e solo alla rottura delle resistenze poste in area 0.681 euro (38.2% di ritracciamento di quanto lasciato sul terreno negli ultimi due mesi e minimi di inizio ottobre) si creerebbero le premesse per un successo. Oltre 0.681 infatti il titolo avrebbe la strada spianata per un attacco a quota 0.74 euro, ultimo ostacolo capace a quel punto di impedire ai prezzi di allungare in direzione di 0.80/0.82, traguardi rappresentati dai massimi di settembre 2005 e settembre 2004. Indicazioni contrarie arriverebbero invece a seguito della violazione di 0.648 euro, evento che spingerebbe nuovamente i corsi verso i minimi di fine mese scorso a 0.606 euro, sostegno decisivo per scongiurare la ripresa del ribasso in direzione dei bottom annuali a 0.55 circa.

MARYANNA
14-11-2005, 12.23.36
in attesa della trimestrale è inchiodata a 0,67
io ho incrementato :)

MARYANNA
14-11-2005, 18.00.39
CdA del Gruppo Beghelli ha approvato oggi la Relazione trimestrale consolidata e civilistica al 30 settembre 2005. La relazione trimestrale è stata redatta in conformità allo schema previsto dai principi contabili internazionali IAS/IFRS introdotti in ambito europeo; i valori sono stati confrontati con le situazioni rese omogenee al 30 settembre ed al 31 dicembre 2004. I ricavi netti consolidati si sono attestati a 104,8 milioni di Euro, con un incremento del 12,1% rispetto ai 93,5 milioni dei primi nove mesi del 2004 (+3,3% a parità di perimetro di consolidamento). Il perimetro di consolidamento è variato, sia rispetto al 30 settembre che al 31 dicembre 2004, per effetto dell’inserimento della società Jiangsu Shifute Lighting Equipment, joint venture cinese di cui il gruppo Beghelli ha assunto il controllo nel primo semestre del corrente esercizio. Prosegue il trend positivo relativamente alla redditività: il margine operativo lordo consolidato si attesta a 10,7 milioni di Euro (+21,8% rispetto agli 8,8 milioni nei primi nove mesi del 2004), con un’incidenza sul fatturato di periodo del 10,2% (9,4% l'incidenza al 30 settembre 2004). Il risultato operativo consolidato di 5,3 milioni di Euro (+36,5% rispetto ai 3,8 milioni al 30 settembre 2004) risulta pari al 5,1% dei ricavi (4,2% al 30 settembre 2004). La marginalità del gruppo cresce più che proporzionalmente rispetto all'incremento delle vendite. I maggiori oneri pubblicitari di periodo risultano compensati dal beneficio derivante dalla capitalizzazione delle spese di Sviluppo attuata a partire dal corrente esercizio. L’utile netto di Gruppo nei primi nove mesi del 2005 si attesta a quota 3,5 milioni di Euro (+ 6,5% rispetto ai 3,3 milioni al 30 settembre 2004). La capogruppo Beghelli S.p.A. ha realizzato, nei primi nove mesi del corrente esercizio, ricavi netti per 72 milioni di Euro (+10,5% rispetto ai 65,2 milioni al 30 settembre 2004) ed un utile netto di 5,4 milioni di Euro (+27,4%). Con riferimento al terzo trimestre 2005, i risultati evidenziano un fatturato di 34 milioni di Euro, +17,9% rispetto al terzo trimestre 2004 (+5,9%a parità di perimetro di consolidamento), mentre il margine operativo lordo risulta pari a 2,7 milioni (+15,6% rispetto ai 2,4 milioni nel terzo trimestre 2004). Il trimestre chiude in utile per 372 mila Euro (1,5 milioni l’utile del terzo trimestre dello scorso esercizio). Il confronto con l’anno scorso risulta penalizzato dalla plusvalenza di 1,7 milioni di Euro derivante dalla cessione - effettuata nel 2004 - della quota minoritaria posseduta in una società cinese. Relativamente alle singole linee di prodotto, il core business dell’Illuminazione (che include le divisioni Illuminazione di emergenza ed Illuminazione a risparmio energetico) ha generato nei primi nove mesi del 2005 un fatturato di 84,8 milioni di Euro (+7% rispetto al corrispondente periodo del 2004), mentre il settore delle Linee Commerciali (Prodotti commerciali, Sistemi di telesoccorso ed home automation e Altre vendite) si è attestato a 19,9 milioni (+40,7% rispetto a 14,2 milioni). Per quanto riguarda le aree geografiche, il fatturato estero del Gruppo Beghelli al 30 settembre 2005 è stato di 44,9 milioni di Euro (pari al 42,9% delle vendite complessive), con un incremento del 17,1% rispetto ai 38,3 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio, dovuto prevalentemente alla variazione del perimetro di consolidamento. La posizione finanziaria netta al 30 settembre risulta negativa per 54,6 milioni di Euro (-51,3 milioni al 30 giugno 2005). L’incremento deriva prevalentemente dal temporaneo aumento delle scorte finalizzato alla gestione delle forniture di fine esercizio.