PDA

Visualizza versione completa : banche italiane: le opinioni degli analisti



lenok
21-06-2011, 08.27.12
Banche italiane: le opinioni degli analisti
di: WSI Pubblicato il 21 giugno 2011| Ora 09:20

Milano - Attenzione oggi ai titoli Unicredit e BPM. Secondo indiscrezioni di stampa, Unicredit si prepara a un'operazione di cartolarizzazione del valore di 14 miliardi di euro. "Tornano le famigerate cartolarizzazioni - commenta Alessandro Frigerio, gestore di RMJ - che fanno bene comunque al bilancio".

Detto questo, Frigerio precisa che la cartolarizzazione di certo "non basterà a Unicredit per adeguarsi agli standard di patrimonializzazione richiesto dalle norme di Basilea III". L'esperto prevede così a un aumento di capitale entro la fine dell'anno di "2-2,5 miliardi di euro, che potrà prevedere anche l'emissione di obbligazioni convertibili in azioni".

Sotto i riflettori anche BPM, che negli ultimi giorni è stato colpito da diverse indiscrezioni. Da Lugano Francesco Paglianisi, di Banca Zarattini, parla di "bagarre" del titolo. "La struttura così come è ora non può andare in questo modo". Il problema è che proprio i rumor su una possibile merger and acquisition da parte di BNP si sono recentemente sgonfiati. "Detto questo, una soluzione in questa direzione è probabile", e alla fine BPM potrebbe propendere più per una M&A a carattere nazionale, per conservare maggiore autonomia".

In un'ottica di investimento, Paglianisi consiglia di rimanere lontani al momento da BPM e di puntare invece su "Unicredit e Mediobanca". Tuttavia, guardando in generale alle banche italiane, l'esperto ritiene che sia troppo presto dire che il peggio sia passato: "forse nel breve termine le cose miglioreranno, ma i problemi strutturali rimangono".