PDA

Visualizza versione completa : Nemmeno questo fa andare LONG.....



pitt
15-12-2011, 12.20.23
Libigel, il Viagra rosa non è abbastanza libidinoso per eccitare gli investitori

15 Dic 12:18


Brusco crollo ieri a Wall Street per le azioni Biosante Pharmaceuticals. I titoli del gruppo farmaceutico sono crollati nell' after-hours dell'80% dopo che la società ha comunicato che il suo prodotto di punta, il Libigel, non aveva superato i due studi sulla fase 3 di efficacia condotti dall'Fda. Il Libigel, spesso erroneamente chiamato Viagra per le donne, è un gel pensato per migliorare il desiderio sessuale ipoattivo delle donne in menopausa e quello del gentil sesso colpito da disfunzione sessuale. La bocciatura di questo ormone, arrivata dopo 6 mesi di sperimentazione, non è stata causata dalla sostanziale analogia in termini di resa di un qualunque placebo. Il risultato negativo, su cui pesano anche problemi di sicurezza relativi a maggiori rischi cardiovascolari e tumorali che il farmaco potrebbe celare, è stato accolto con grande clamore e sorpresa: negli ultimi mesi si era assistito a un crescente consenso verso il farmaco, con alcune proiezioni che stimavano nell'ordine del 70% -80% la possibilità di approvazione. A questo punto tuttavia il problema reale per gli investitori non è se il Libigel funziona o meno ma piuttosto cosa potrebbe accadere a Biosante Pharmaceuticals. La società ha 73 milioni di dollari tra liquidità e investimenti e 21 milioni di dollari nel debito a breve e lungo termine. Suddividendo per il numero delle azioni complessive, il valore intrinseco di ogni titolo è di circa 50 centesimi di dollari. Ossia il prezzo di chiusura di ieri. Il fatto inquietante è che la società sta bruciando cassa a un ritmo di 4 milioni di dollari al mese, ossia circa 10-12 centesimi di dollaro di valore azionario a trimestre. Di questo passo, Biosante sembra avere il denaro sufficiente per arrivare solo alla fine del prossimo anno. Sempre che l'Fda non faccia il prossimo 14 febbraio un regalo di San Valentino al gruppo farmaceutico: in quell'occasione potrebbe arrivare il via libera al Bio-T-Gel, farmaco sviluppato in collaborazione con Teva.

symax
15-12-2011, 14.37.01
...pitt in questa valle di lacrime... un sorriso ci vuole:biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggr in_old:
mi dispiace per le signore che non potranno benificiaree a breve del loro viagra :wink_old::wink_old::wink_old:
secondo me era meglio concentrare la ricerca su un buon farmaco che facesse passare velocemente e senza intontimento generale il famigerato 'mal di testa' delle signore sempre in auge quando si tratta di scuse per evitare i doveri coniugali :wink_old::wink_old::wink_old::wink_old:

bella pitt

SAP
15-12-2011, 15.09.55
...pitt in questa valle di lacrime... un sorriso ci vuole:biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggr in_old:
mi dispiace per le signore che non potranno benificiaree a breve del loro viagra :wink_old::wink_old::wink_old:
secondo me era meglio concentrare la ricerca su un buon farmaco che facesse passare velocemente e senza intontimento generale il famigerato 'mal di testa' delle signore sempre in auge quando si tratta di scuse per evitare i doveri coniugali :wink_old::wink_old::wink_old::wink_old:

bella pitt

sante parole!!!

amen

p.s. i profitti sarebbero stati incalcolabili

:biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_ol d::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_ old:

symax
15-12-2011, 20.58.40
sante parole!!!

amen

p.s. i profitti sarebbero stati incalcolabili

:biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_ol d::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_ old:

...certo SAP ti credevo uno serio invece sei... un simpaticone :wink_old::wink_old::wink_old::wink_old:
sai cosa faccio parlo con bordignon a.d. di molmed per fargli approfondire gli studi sul farmaco di cui ti parlavo...chissa ne esca qualcosa :wink_old:

bella a te SAP

davide89
16-12-2011, 08.12.13
Quello è un mercato che non va mai in crisi :biggrin_old:

pitt
16-12-2011, 08.30.36
Quello è un mercato che non va mai in crisi :biggrin_old:

:biggrin_old::biggrin_old::biggrin_old::biggrin_ol d::biggrin_old:

pitt
23-12-2011, 10.42.33
Riviste al ribasso stime sulla vendemmia 2011


23 dicembre 2011 - 11.31


Sembra proprio che la vendemmia del 2011 sarà ai minimi storici, con il 14,2% in meno rispetto ai 46,7 milioni di ettolitri registrati dall’Istat per il 2010. Ismea-Uiv hanno rivisto al ribasso le stime per il 2011 sulla base delle ultime ricognizioni effettuate a metà dicembre, indicando un livello produttivo poco al di sopra dei 40 milioni di ettolitri, a fronte dei 42 milioni indicati a settembre.

Sul fronte dei prezzi, intanto, le rilevazioni dell’Istituto indicano nei primi cinque mesi della campagna di commercializzazione (agosto-dicembre 2011) un incremento dei valori medi dei vini comuni, osservati alla prima fase di scambio, di oltre il 28% sul corrispondente periodo del 2010.

I rossi, scambiati mediamente a 3,65 euro per ettolitro/grado, franco cantina, hanno spuntato un aumento del 28,8%, mentre nel comparto dei bianchi, quotati mediamente 3,81 euro per ettolitro/grado, l’incremento è risultato del 27,6% su base annua.

All’estero, prosegue il buon andamento delle vendite. Nei primi nove mesi del 2011 le esportazioni di vini italiani (mosti inclusi) hanno raggiunto i 17 milioni di ettolitri, con un incremento di quasi il 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

In termini monetari, l’export ha superato i 3 miliardi di euro, mettendo a segno una crescita del 13,6% sul 2010.