PDA

Visualizza versione completa : Trading online intraday, capitale scarso, mercato italiano: è fattibile?



Orsetto
14-03-2012, 17.11.29
Salve a tutti, vorrei chiedere il vostro consiglio.

Non sono un esperto di borsa, ma, essendo stanco di ascoltare i "bidoni" che continuamente mi propongono promotori ed intermediatori finanziari, mi sono chiesto: "e se facessi da solo?"
Premetto che io sono il classico esempio di investitore con poco capitale (posso investire al massimo 1000 euro alla volta o poco più) ed orizzonte temporale molto stretto, mi stuzzicava l'idea di poter fare un trading intraday, chiudendo la posizione entro la giornata o max entro pochi giorni sia per poter tornare in possesso della liquidità in caso di bisogno, sia anche per poter dormire tranquillo la notte e potermi poi "assentare" nei giorni in cui non mi è possibile seguire personalmente gli eventi o in quei giorni in cui semplicemente il mercato non si muove o peggio.
Non punterei mai a realizzare grandi guadagni (nè in percentuale, nè in termini assoluti) ma ad arrotondare qualcosina al netto di tasse, commissioni, spese di tenuta conto.
Ciò premesso, consapevole dei rischi che questo gioco comporta, chiedo a voi esperti: è teoricamente fattibile quello che sto dicendo, oppure non ci sono nemmeno le condizioni, oggi, per poter pensare ad un'idea del genere?

Grazie a chiunque vorrà rispondermi!

kawax
14-03-2012, 18.30.39
Salve a tutti, vorrei chiedere il vostro consiglio.

Non sono un esperto di borsa, ma, essendo stanco di ascoltare i "bidoni" che continuamente mi propongono promotori ed intermediatori finanziari, mi sono chiesto: "e se facessi da solo?"
Premetto che io sono il classico esempio di investitore con poco capitale (posso investire al massimo 1000 euro alla volta o poco più) ed orizzonte temporale molto stretto, mi stuzzicava l'idea di poter fare un trading intraday, chiudendo la posizione entro la giornata o max entro pochi giorni sia per poter tornare in possesso della liquidità in caso di bisogno, sia anche per poter dormire tranquillo la notte e potermi poi "assentare" nei giorni in cui non mi è possibile seguire personalmente gli eventi o in quei giorni in cui semplicemente il mercato non si muove o peggio.
Non punterei mai a realizzare grandi guadagni (nè in percentuale, nè in termini assoluti) ma ad arrotondare qualcosina al netto di tasse, commissioni, spese di tenuta conto.
Ciò premesso, consapevole dei rischi che questo gioco comporta, chiedo a voi esperti: è teoricamente fattibile quello che sto dicendo, oppure non ci sono nemmeno le condizioni, oggi, per poter pensare ad un'idea del genere?

Grazie a chiunque vorrà rispondermi!

ciao, ti rispondo io anche se non scrivo molto su questo forum.

con investimento di 1000 euro ad azione puoi fare ben poco in ottica intraday, soprattutto se togli spese di commissioni di trading...

perchè o trovi il titolo che ti fa + tanto % in un giorno, oppure vai poco lontano con un +1, +2.. sempre intraday parlando...

secondo me hai due possibilità

o investi unicamente su un titolo in ottica intraday, però almeno 3000 euro...
oppure puoi "spezzettare" su + titoli il totale che vuoi usare, ma in tal caso devi abbandonare l'ottica intraday e pensare al multiday...

spero di esserti stato utile..

dimenticavo... possibilità 3) operare in leva... ma, se non sei esperto, lascia perdere...

Journey to Ixtlan
15-03-2012, 08.46.11
ciao e benvenuto,
in effetti con soli 1000 € è davvero dura..... al netto delle spese, tasse, ed inevitabili loss, quello che ti rimane è davvero poco.
rimane come soluzione appunto la leva ma questa impone un trading tipo scalping o cmq una operatività che prevede la tua presenza continua davanti allo schermo.
Non ti scoraggiare però! io ho cominciato con poco di più e... briciola dopo briciola....
ma la domanda è un'altra: quale livello di conoscenza dei mercati e del trading hai? Se vuoi costruire un ponte devi essere un ingeniere.
Se vuoi gettarti nella borsa devi conoscere bene quello che fai altrimenti....

buona giornata!

WFTrading Roma
15-03-2012, 11.14.36
Salve a tutti, vorrei chiedere il vostro consiglio.

Non sono un esperto di borsa, ma, essendo stanco di ascoltare i "bidoni" che continuamente mi propongono promotori ed intermediatori finanziari, mi sono chiesto: "e se facessi da solo?"
Premetto che io sono il classico esempio di investitore con poco capitale (posso investire al massimo 1000 euro alla volta o poco più) ed orizzonte temporale molto stretto, mi stuzzicava l'idea di poter fare un trading intraday, chiudendo la posizione entro la giornata o max entro pochi giorni sia per poter tornare in possesso della liquidità in caso di bisogno, sia anche per poter dormire tranquillo la notte e potermi poi "assentare" nei giorni in cui non mi è possibile seguire personalmente gli eventi o in quei giorni in cui semplicemente il mercato non si muove o peggio.
Non punterei mai a realizzare grandi guadagni (nè in percentuale, nè in termini assoluti) ma ad arrotondare qualcosina al netto di tasse, commissioni, spese di tenuta conto.
Ciò premesso, consapevole dei rischi che questo gioco comporta, chiedo a voi esperti: è teoricamente fattibile quello che sto dicendo, oppure non ci sono nemmeno le condizioni, oggi, per poter pensare ad un'idea del genere?

Grazie a chiunque vorrà rispondermi!

Non disponi di una grossa cifra ma hai già come obiettivo quello di "arrotondare". Se questa cosa ti stuzzica e se arrivi preparato alla materia perchè non provarci? Fare carico di adrenalina può solo fare bene.
Buona fortuna

kawax
15-03-2012, 12.58.51
Non disponi di una grossa cifra ma hai già come obiettivo quello di "arrotondare". Se questa cosa ti stuzzica e se arrivi preparato alla materia perchè non provarci? Fare carico di adrenalina può solo fare bene.
Buona fortuna

sì è vero. io però ti consiglio prima

1) di studiare un po' di analisi tecnica

2) di ponderare molto bene i modi di investimento, come ti spiegavo nel mio post sopra...

luis78
16-03-2012, 08.27.41
Salve a tutti, vorrei chiedere il vostro consiglio.

Non sono un esperto di borsa, ma, essendo stanco di ascoltare i "bidoni" che continuamente mi propongono promotori ed intermediatori finanziari, mi sono chiesto: "e se facessi da solo?"
Premetto che io sono il classico esempio di investitore con poco capitale (posso investire al massimo 1000 euro alla volta o poco più) ed orizzonte temporale molto stretto, mi stuzzicava l'idea di poter fare un trading intraday, chiudendo la posizione entro la giornata o max entro pochi giorni sia per poter tornare in possesso della liquidità in caso di bisogno, sia anche per poter dormire tranquillo la notte e potermi poi "assentare" nei giorni in cui non mi è possibile seguire personalmente gli eventi o in quei giorni in cui semplicemente il mercato non si muove o peggio.
Non punterei mai a realizzare grandi guadagni (nè in percentuale, nè in termini assoluti) ma ad arrotondare qualcosina al netto di tasse, commissioni, spese di tenuta conto.
Ciò premesso, consapevole dei rischi che questo gioco comporta, chiedo a voi esperti: è teoricamente fattibile quello che sto dicendo, oppure non ci sono nemmeno le condizioni, oggi, per poter pensare ad un'idea del genere?

Grazie a chiunque vorrà rispondermi!

Io lascierei perdere il daytrading e mi concentrerei sul trading di breve termine,
oltre che a studiare molto e simulare molto,
e nel frattempo metterei da parte qualche soldino,
perché sei sottocapitalizzato...

Orsetto
16-03-2012, 17.39.09
ciao a tutti e grazie per le vostre risposte!

purtroppo o per fortuna ho dovuto investire tutte le mie risorse sulla mia attività primaria, in un campo molto diverso.
In un certo senso fu una scelta obbligata, legata ad una questione di sopravvivenza economica e professionale, che oggi sta dando finalmente i suoi frutti ma richiede spese alte e, a causa di un ristretto bacino di utenza, ha dei confini abbastanza limitati.
Per questi motivi trovo difficile, oggi, ricapitalizzarmi in maniera cospicua.
Tuttavia, la soglia minima di 3000 euro indicata da kawax sembra essere alla mia portata.
La mia operatività invece resterebbe sempre limitata, variabile in funzione di fattori esterni, soprattutto incostante.
Per questo cercavo qualcosa che si potesse conciliare con le mie caratteristiche.

La mia conoscenza dei mercati è vaga (nella vita mi sono sempre occupato di altro), ho una buona cultura generale, seguo abbastanza l'attualità.
Con la matematica me la cavo.
Conosco teoricamente alcuni strumenti di analisi tecnica, ma non le loro applicazioni a situazioni particolari (reali o presunte).
Dover studiare non è un problema; il problema, se mai, sarebbe di focalizzare questo impegno in funzione delle mie esigenze molto specifiche.