PDA

Visualizza versione completa : Ecco chi sta puntando sul ribasso di #PiazzaAffari



pdilorenzo
22-10-2017, 09.34.13
3555035551

[Ecco chi sta puntando sul ribasso di #PiazzaAffari]



Il FtseMib disegna una white closing marubozu che recupera quanto perso giovedì, ma in una giornata che registra volumi decisamente inferiori. Il mercato italiano mostra a Ottobre (-1.54%) una perdita di forza relativa rispetto al Dax Tedesco (+1.27%) e Dow Jones (+4% circa) che sono entrambi a contatto con i massimi assoluti. Questo è spiegabile con l’incremento delle pressioni ribassiste da parte di importanti Hedge Fund che stanno puntando in particolare sulla discesa del comparto bancario. Il nostro indicatore NetShort Index (che monitora i movimenti delle vendite allo scoperto degli investitori rilevanti) è vicino ai massimi assoluti toccati a Novembre del 2016: in quella occasione le ricoperture scattarono velocemente e a Dicembre l’indice FtseMib archiviò uno dei mesi miglior della sua storica con un rialzo del 13.61%

Sarà quindi importante, al fine di prevedere i movimenti negli ultimi 70 giorni del 2017, monitorare i movimenti degli investitori speculativi, in particolare di quelli più rilevanti come Bridgewater ( il più grande hedgefund del mondo) che ha cominciato a vendere allo scoperto le Blue Chips italiane a partire dal 5 Ottobre. In questo momento Bridgewater ha dichiarato di aver venduto allo scoperto (superando la soglia dello 0.5% del capitale) ben 10 Blue Chips: BANCO BPM SPA 0.61% UNICREDIT SPA 0.61% BPER BANCA SPA 0.6% PRYSMIAN SPA 0.51% UNIONE DI BANCHE ITALIANE SPA 0.51% ASSICURAZIONI GENERALI SPA 0.5% AZIMUT HOLDING SPA 0.5% ENEL SPA 0.5% ENI SPA 0.5% Intesa Sanpaolo spa 0.5%
Eventuali ricoperture potrebbero innescare un rimbalzo, mentre qualora le scommesse ribassiste verranno incrementate ci aspetta un fino anno in lettera soprattutto sui titoli presi di mira dalle “mani forti”. Nel grafico (elaborato dal nostro Tools BigShort Hunter http://www.bigshorthunter.it/ ) i 10 investitori che stanno puntando più massicciamente sulla discesa delle azioni italiane