PDA

Visualizza versione completa : B. Grillo - bene Prodi



Karin
06-07-2006, 19.30.11
Oggetto: Liberalizzazioni: B.Grillo; bene Prodi, ora aspettiamo il resto

ROMA (MF-DJ)--"Il dipendente Prodi sta pedalando. E' vero non va troppo
veloce, non pedala tutti i giorni. Ma qualche decina di metri ogni tanto
per la sua eta' e per la sua coalizione sono comunque un risultato di
tutto rispetto".

Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, trova un inatteso
incoraggiamento da parte di Beppe Grillo, il comico genovese ricevuto lo
scorso mese a Palazzo Chigi, che dal suo blog plaude al pacchetto di
misure sulle liberalizzazioni. "Se non si da' il sostegno al Governo una
volta che ne fa una giusta, se non ora quando? - afferma Grillo - entriamo
anche noi in agitazione. Indiciamo il mese senza taxi, il mese senza
notaio, il mese senza avvocato. E per i manager che hanno rovinato le
aziende i dipendenti applichino la class action. Le aziende sono di chi ci
lavora non di chi gioca con le scatolette cinesi".

Beppe Grillo non si accontenta, parla di "riformine" che sono "solo
l'antipasto" perche' "queste liberalizzazioni colpiscono solo la punta
dell'iceberg". Dopo queste servono "la riforma della borsa; la
liberalizzazione di energia, elettricita', telecomunicazioni; lo
sfoltimento dei ranghi della burocrazia; la fine delle rendite bancarie;
un tetto agli stipendi dei manager associandoli alla crescita
dell'azienda; la fine delle scatole cinesi; la legge sul conflitto di
interessi; le nuove frequenze radiotelevisive; la liberalizzazione
dell'ultimo miglio". Secondo Grillo "le misure del governo hanno un solo
difetto, partono dai dettagli, dalle minuzie, fanno venire fame. Il pranzo
deve proseguire, non possiamo fermarci all'aperitivo. Dipendente Prodi -
conclude - aspettiamo le altre portate".

Grande Grillo:) lo dico da tempo, che lo sciopero lo dovremmo fare noi per le giuste cause. Mi ricordo che in America, qualche anno fa, hanno scioperato le casalinghe per un mese, compatte, per protestare contro l'aumento esagerato dei prezzi della carne. a vedere come l'hanno fatto scendere il prezzo dopo 1 mese che nessuno comprava più carne

Pensier0
07-07-2006, 08.19.18
Giusto Karin!
Dalla parte dei consumatori,cioè noi,contro gli evasori ed i furbi ;)

peppyy
08-07-2006, 13.31.44
Adesso io vorrei porvi un quesito e vorrei una risposta ,la mia attività autonoma soggetta ad iva (imposta valore aggiunto ) del 10 % fino a qualche giorno fà ,si ritrova dalla sera alla mattina un IVA aumentata dal 10 al 20 % ,ora io cosa dovrei fare ,grazie per la risposta ,cmq non mi sembra che in questo modo si difenda i consumatori .

Pensier0
08-07-2006, 13.56.30
Adesso io vorrei porvi un quesito e vorrei una risposta ,la mia attività autonoma soggetta ad iva (imposta valore aggiunto ) del 10 % fino a qualche giorno fà ,si ritrova dalla sera alla mattina un IVA aumentata dal 10 al 20 % ,ora io cosa dovrei fare ,grazie per la risposta ,cmq non mi sembra che in questo modo si difenda i consumatori .

Ciao Peppy
nn so a quale categoria ti riferisci,ma in genere l'iva è totalmente scaricata sul consumatore.
A meno che...come accade in quasi tutti gli studi professionali,ti venga proposto uno sconto del 10% ma senza emissione di fattura.

Quali secondo te delle norme introdotte dal decreto Bersani nn sono a favore del consumatore? A mio modesto parere tutte

peppyy
08-07-2006, 14.50.19
Ciao Peppy
nn so a quale categoria ti riferisci,ma in genere l'iva è totalmente scaricata sul consumatore.
A meno che...come accade in quasi tutti gli studi professionali,ti venga proposto uno sconto del 10% ma senza emissione di fattura.

Quali secondo te delle norme introdotte dal decreto Bersani nn sono a favore del consumatore? A mio modesto parere tutte
Bene scaricandola sul consumatore finale ,il risultato è quello che ci stanno facendo credere ,il consumatore dovrebbe risparmiare 800 /1000 e. all'anno ? ma dove ?quali secondo mè non sono a favore del consumatore hai detto o capito bene ? hai sbagliato a scrivere mi sà :D ,perchè nessuna è a favore del consumatore cmq

Pensier0
08-07-2006, 15.21.59
Bene scaricandola sul consumatore finale ,il risultato è quello che ci stanno facendo credere ,il consumatore dovrebbe risparmiare 800 /1000 e. all'anno ? ma dove ?quali secondo mè non sono a favore del consumatore hai detto o capito bene ? hai sbagliato a scrivere mi sà :D ,perchè nessuna è a favore del consumatore cmq

Perchè?
I professionisti (avvocato,notai,commercialisti...) saranno liberi di farsi concorrenza e pubblicità,le parcelle saranno contrattabili e pagate solo in base alle prestazioni effettivamente svolte.Sono abrogate tariffe fisse e minime (decise dalle "cupola" dei professionisti).....

Aprire un esercizio commericiale sarà più facile,vengono infatti eliminati i requisiti professionali (ad eccezione degli alimentari).....

I farmaci da banco potranno essere venduti,con libero sconto,anche nei supermercati.Inoltre anche le farmacie saranno aperte alla libera concorrenza tra loro.....

Le licenze dei taxi saranno aumentate.Più offerta e più concorrenza tra taxi...

Viene abolito l'obbligo del passaggio di proprietà dai notai.Il servizio sarà svolto dai Comuni con abbattimento dei costi e dei tempi...

Finisce l'epoca degli agenti monomandatari in campo assicurativo.Quando si tratta con un agente questo potrà offrire più un'ampia gamma di prodotti e noi scegliere quella più conveniente....

Le banche saranno obbligate a notificare con anticipo le variazioni delle condizioni dei servizi ai clienti.A quel punto si potrà decidere se chiudere il rapporto senza penali ed alle condizioni precedenti....


Più o meno sono queste le norme approvate dal decreto Bersani ed a me paiono molto a favore dei consumatori.
Avremo punto di vista differenti
Ciao ;)

peppyy
08-07-2006, 15.32.19
Perchè?
I professionisti (avvocato,notai,commercialisti...) saranno liberi di farsi concorrenza e pubblicità,le parcelle saranno contrattabili e pagate solo in base alle prestazioni effettivamente svolte.Sono abrogate tariffe fisse e minime (decise dalle "cupola" dei professionisti).....

Aprire un esercizio commericiale sarà più facile,vengono infatti eliminati i requisiti professionali (ad eccezione degli alimentari).....

I farmaci da banco potranno essere venduti,con libero sconto,anche nei supermercati.Inoltre anche le farmacie saranno aperte alla libera concorrenza tra loro.....

Le licenze dei taxi saranno aumentate.Più offerta e più concorrenza tra taxi...

Viene abolito l'obbligo del passaggio di proprietà dai notai.Il servizio sarà svolto dai Comuni con abbattimento dei costi e dei tempi...

Finisce l'epoca degli agenti monomandatari in campo assicurativo.Quando si tratta con un agente questo potrà offrire più un'ampia gamma di prodotti e noi scegliere quella più conveniente....

Le banche saranno obbligate a notificare con anticipo le variazioni delle condizioni dei servizi ai clienti.A quel punto si potrà decidere se chiudere il rapporto senza penali ed alle condizioni precedenti....


Più o meno sono queste le norme approvate dal decreto Bersani ed a me paiono molto a favore dei consumatori.
Avremo punto di vista differenti
Ciao ;)
Beh sai si tratta di valutare le cose in modo indipendente ,e cmq l'iva raddoppiata non vorrai mica farmi credere che è a vantaggio dei consumatori ,cmq i comunisti sono diventati democristiani e gli unici veri comunisti sono quelli di nuova rifondazione comunista non quella di Bertinotti ormai imbrigliato anche lui sulle poltrone ciao Penz. buon week end

Pensier0
08-07-2006, 15.33.50
Beh sai si tratta di valutare le cose in modo indipendente ,e cmq l'iva raddoppiata non vorrai mica farmi credere che è a vantaggio dei consumatori ,cmq i comunisti sono diventati democristiani e gli unici veri comunisti sono quelli di nuova rifondazione comunista non quella di Bertinotti ormai imbrigliato anche lui sulle poltrone ciao Penz. buon week end


Caro Peppy proprio nn capisco cosa c'entrano i comunisti :D
Ma l'iva raddoppiata su quali prodotti è? Sulla nutella?
Sei preoccupato x quello... :)

Che i comunisti nn ci sono più dovresti esserne contento,nn ti reputavo un comunista.
E i liberali dove sono...

peppyy
08-07-2006, 15.53.50
Caro Peppy proprio nn capisco cosa c'entrano i comunisti :D
Ma l'iva raddoppiata su quali prodotti è? Sulla nutella?
Sei preoccupato x quello... :)

Che i comunisti nn ci sono più dovresti esserne contento,nn ti reputavo un comunista.
E i liberali dove sono...
Perchè tu non la mangi la nutella ,vai solo a mortadella :D :D :D scherzo naturalmente ,cmq Ferrante mi è molto simpatico ,ma molto

rino
11-07-2006, 13.09.16
il plurimandato da parte dei promotori finaziari secondo voi, darà un maggiore potere contrattuale ai promotori finanziari?

peppyy
12-07-2006, 09.09.39
il plurimandato da parte dei promotori finaziari secondo voi, darà un maggiore potere contrattuale ai promotori finanziari?
no ,ci sarà solo il sospetto che il promotore ti stia vendendo la polizza che ha lui fà maggiormente guadagnare

cbr20842,1
12-07-2006, 09.25.03
no ,ci sarà solo il sospetto che il promotore ti stia vendendo la polizza che ha lui fà maggiormente guadagnare

Sei il solito riduttivo;) , Peppy, potrebbe piazzare anche qualche bel fondo... efficiente:D

sugacanal
12-07-2006, 15.13.57
Beppe Grillo non si accontenta, parla di "riformine" che sono "solo
l'antipasto" perche' "queste liberalizzazioni colpiscono solo la punta
dell'iceberg". Dopo queste servono "la riforma della borsa; la
liberalizzazione di energia, elettricita', telecomunicazioni; lo
sfoltimento dei ranghi della burocrazia; la fine delle rendite bancarie;
un tetto agli stipendi dei manager associandoli alla crescita
dell'azienda; la fine delle scatole cinesi; la legge sul conflitto di
interessi; le nuove frequenze radiotelevisive; la liberalizzazione
dell'ultimo miglio". Secondo Grillo "le misure del governo hanno un solo
difetto, partono dai dettagli, dalle minuzie, fanno venire fame. Il pranzo
deve proseguire, non possiamo fermarci all'aperitivo. Dipendente Prodi -
conclude - aspettiamo le altre portate".

Ma invece di sparare su tutto e tutti, perchè Grillo non si candida per le prossime elezioni? Sembra che solo lui a questo mondo sappia cosa si debba fare. Chi è Grillo? Un altro Nanni Moretti?? Uno che per svegliare gli esponenti della sinistra si è inventato i girotondi... ma che fine hanno fatto poi sti girotondi? Povero Moretti, adesso che Berlusconi ha perso, quali astruse trame troverà per fare qualche film decente???

Karin
12-07-2006, 17.59.08
Ma invece di sparare su tutto e tutti, perchè Grillo non si candida per le prossime elezioni? Sembra che solo lui a questo mondo sappia cosa si debba fare. Chi è Grillo? Un altro Nanni Moretti?? Uno che per svegliare gli esponenti della sinistra si è inventato i girotondi... ma che fine hanno fatto poi sti girotondi? Povero Moretti, adesso che Berlusconi ha perso, quali astruse trame troverà per fare qualche film decente???

Certo che per Grillo è facile parlare, ma almeno sei d'accordo sul mio commento sotto? ciao suga:) e non t'incavolare sempre:D

fiji2006
12-07-2006, 19.51.45
voglio disilludere.se tremonti era l'artefice di finanza creativa,bersani è l'artefice di riforme gattopardesche.da riforme notevoli si trasformerranno in allargamenti misurati di doveri dei diretti interessati di categoria e contentini per noi consumatori.tremonti era bravo a spostare le addizioni e le sottrazioni,prodi sarà bravo togliere e aggiungere pagine ai documenti di programmazione.aspetto 4 anni per valutare.ritengo che prodi ,come pure berlusca,possa avere l'avviso di garanzia per il reato della credulità popolare, di circonvenzione di incapaci.siamo oramai un paese incapace di indignarsi,di solidarizzare con il giusto e di guardare oltre il proprio orticello(grazie al sindacato.).prodi punisca i petrolieri per nn aver ottemperato alla legge in vigore dal 01/07/2006 riguardo all'imissione di biocarburanti nelle pompe,padoa schioppa sappi che con la vittoria dei mondiali il co.co.co. e co.co.pro sono rimasti sempre con quelle poke centinaia di euro e che noi imprenditori nn crediamo a quell'innalzamento del pil .. senza la fiducia dei consumatori e nnvogliamo produrre perkè sappiamo che saremmo raggirati dai colossi autorizzati.la gente deve sapere che se il prezzo di quella merce è basso lo è grazia al lavoro di schiavo del paese produttore,del lavoro di schiavo del responsabile di area di collocazione del prodotto.ovvero diventa ricco il trasportatore e il colosso.sono rimasto male quando ho saputo che 2 ragazze si sono concesse per essere assunte a euro 4.61 orario come call-center!!.siamo noi a vergognarci.vinceranno i taxi,gondolieri(nn se ne parla.....la forza di galan)avvocati,farmacisti ,banke assicurazioni,petrolieri....perderanno tutti e sopratutto i malati di speranza

mmbox001
12-07-2006, 20.55.08
Tornando da lavoro stavo pensando perche' in questo paese non si parla piu di
sanità;
sostegno serio alle famiglie (esempio tassazione in base al numero di persone che compongono il nucleo familiare o altre misure ad hoc);
sostegno economico a tantissime pesone anziane che vanno avanti con la sociale e con l'aiuto dei figli;
istruzione (libri in particolar modo) gratuiti o quanto meno erogazione di un assegno in base alla bravura dello studente;
abolizione di forma di lavoro (progetto co.co.co) che vanno bene per i pensionati
ma non per chi si affaccia al mondo del lavoro;
revisione dei contratti collettivi di lavoro in maniera tale che contengano le stesse tutele per il lavoratore in caso di malattia (es. un lavoratore del commercio si trova lo stipendio decurtato pesantamente in caso di malattia ad esempio di un mese, cosa che non accade per altre categorie; gli integrativi vanno bene ma ci dovrebbero essere alcuni diritti garantiti dalla legge e quindi indipendentemente dalla forza contrattuale (leggi sindacati) dei lavoratori di un'azienda; e tante altre cose ........
Buona note

Pensier0
12-07-2006, 21.16.12
Tornando da lavoro stavo pensando perche' in questo paese non si parla piu di
sanità;
sostegno serio alle famiglie (esempio tassazione in base al numero di persone che compongono il nucleo familiare o altre misure ad hoc);
sostegno economico a tantissime pesone anziane che vanno avanti con la sociale e con l'aiuto dei figli;
istruzione (libri in particolar modo) gratuiti o quanto meno erogazione di un assegno in base alla bravura dello studente;
abolizione di forma di lavoro (progetto co.co.co) che vanno bene per i pensionati
ma non per chi si affaccia al mondo del lavoro;
revisione dei contratti collettivi di lavoro in maniera tale che contengano le stesse tutele per il lavoratore in caso di malattia (es. un lavoratore del commercio si trova lo stipendio decurtato pesantamente in caso di malattia ad esempio di un mese, cosa che non accade per altre categorie; gli integrativi vanno bene ma ci dovrebbero essere alcuni diritti garantiti dalla legge e quindi indipendentemente dalla forza contrattuale (leggi sindacati) dei lavoratori di un'azienda; e tante altre cose ........
Buona note


Ma tu sei un bolscevico incallito!!! :D
Nn se ne parla perchè ora vanno di moda i cachetti e i furbetti del quartierino

sugacanal
13-07-2006, 07.48.35
Certo che per Grillo è facile parlare, ma almeno sei d'accordo sul mio commento sotto? ciao suga:) e non t'incavolare sempre:D

Ciao Karin, sono d'accordo con il tuo commento, anche con quello che dice Grillo. Dico solo che lui ci fa uno spettacolo sopra, noi lo sappiamo e ne discutiamo nei forum o con gli amici.
In tema di liberalizzazioni, credo sia l'unico settore dove il mercato non sarà mai libero di formare il prezzo perchè l'offerta è falsata.
Mi spiego meglio: ti ricordi quando si è fatta la liberalizzazione dei prezzi della benzina? Si diceva che la concorrenza avrebbe portato a prezzi piu' convenienti. Ti pare sia andata così? Perchè basta un accordo tra le compagnie petrolifere e tu trovi prezzi simili sia alla SHELL che alla REPSOL ecc. ecc. Sarà così pure per Banche, Assicurazioni, Farmaci ecc. ecc.
Personalmente come Stato interverrei dando un benchmarck, ossia fissando un prezzo massimo oltre il quale non si puo' andare; chi va oltre sarà costretto a pagare la differenza di propria tasca.
Facendo così a mio avviso costringerei le aziende stesse a cercare un modo per tenere i prezzi sotto controllo, altrimenti sarebbero costrette ad essere fuori mercato.
Questa è la mia idea, ma potrei sbagliarmi.....

Pensier0
13-07-2006, 08.00.16
Ciao Karin, sono d'accordo con il tuo commento, anche con quello che dice Grillo. Dico solo che lui ci fa uno spettacolo sopra, noi lo sappiamo e ne discutiamo nei forum o con gli amici.
In tema di liberalizzazioni, credo sia l'unico settore dove il mercato non sarà mai libero di formare il prezzo perchè l'offerta è falsata.
Mi spiego meglio: ti ricordi quando si è fatta la liberalizzazione dei prezzi della benzina? Si diceva che la concorrenza avrebbe portato a prezzi piu' convenienti. Ti pare sia andata così? Perchè basta un accordo tra le compagnie petrolifere e tu trovi prezzi simili sia alla SHELL che alla REPSOL ecc. ecc. Sarà così pure per Banche, Assicurazioni, Farmaci ecc. ecc.
Personalmente come Stato interverrei dando un benchmarck, ossia fissando un prezzo massimo oltre il quale non si puo' andare; chi va oltre sarà costretto a pagare la differenza di propria tasca.
Facendo così a mio avviso costringerei le aziende stesse a cercare un modo per tenere i prezzi sotto controllo, altrimenti sarebbero costrette ad essere fuori mercato.
Questa è la mia idea, ma potrei sbagliarmi.....

Più o meno quello che accadeva in URSS parecchi anni fa
Prezzi stabiliti dal governo.
Nn me l'aspettavo da te :)
Io invece credo che la liberalizzazione sia l'unica strada,a patto che lo Stato controlli che che nn si stringano accordi tra aziende tali da rendere nulla la liberalizzazione

Il prezzo della benzina è alto,a mio parere,x 2 motivi;
peso dell'iva
insufficente ricerca e agevolazioni nelle risorse alternative

peppyy
13-07-2006, 08.27.28
Più o meno quello che accadeva in URSS parecchi anni fa
Prezzi stabiliti dal governo.
Nn me l'aspettavo da te :)
Io invece credo che la liberalizzazione sia l'unica strada,a patto che lo Stato controlli che che nn si stringano accordi tra aziende tali da rendere nulla la liberalizzazione

Il prezzo della benzina è alto,a mio parere,x 2 motivi;
peso dell'iva
insufficente ricerca e agevolazioni nelle risorse alternative
Bravo Pensiero ,l'iva ,a proposito dal 10 al 20 % sui prodotti che contengono cacao non confezionato in modo elegante ,anche il mio commercialista /fiscalista ex finanziere ha allargato le braccia ,non si capisce che cavolo fanno gli "amici " di Roma ,le solite leggi incasinate ,alla fine io sarò costretto ad aumentare i prezzi del 10 % ,e cosi' avviene per tutte le altre categorie ,la cosa migliore è ridurre il peso dell'iva e imporre di ridurre i prezzi della stessa percentuale ,invece è tutto il contrario bohhhh ,dicevamo di Berlusconi ,averne

LuckyLuke
13-07-2006, 08.50.26
Il prezzo della benzina è alto,a mio parere,x 2 motivi;
peso dell'iva
insufficente ricerca e agevolazioni nelle risorse alternative
Sul secondo punto sono d'accordo, ma sull'Iva? Se ben ricordo le tasse pesano per la metà o oltre.

peppyy
13-07-2006, 08.54.54
Sul secondo punto sono d'accordo, ma sull'Iva? Se ben ricordo le tasse pesano per la metà o oltre.
Ma scusa perchè secondo tè l'iva e le accise in generale non sono sproporzionate ,comoda dire agli Italiani la solita frase demenziale "bisogna fare sacrifici " cominciate voi a diminuire l'iva ,i sacrifici incomincino stavolta loro a farli ,ci credo che gli industriali sono "emigrati" ,cmq Lucky sei un pochino contradittivo prima dici "ma sull'iva " poi ammetti che le tasse pesano per la metà o oltre ,dunque sei daccordo con noi è evidente :)

LuckyLuke
13-07-2006, 09.15.18
cmq Lucky sei un pochino contradittivo prima dici "ma sull'iva " poi ammetti che le tasse pesano per la metà o oltre ,dunque sei daccordo con noi è evidente :)
Sono d'accordo con voi, solo faccio differenza fra iva e tasse. Io diminuirei del 20% gli stipendi dei politici. Avrei anche la soluzione più drastica (tutti i politici a fare i minatori per un anno a stipendio zero :D )

peppyy
13-07-2006, 09.26.21
Sono d'accordo con voi, solo faccio differenza fra iva e tasse. Io diminuirei del 20% gli stipendi dei politici. Avrei anche la soluzione più drastica (tutti i politici a fare i minatori per un anno a stipendio zero :D )
Porchetta ,mazza ,ueh è la volta che chiudono per decreto tutte le miniere :D :D :D

LuckyLuke
13-07-2006, 09.55.19
Porchetta ,mazza ,ueh è la volta che chiudono per decreto tutte le miniere :D :D :D
Solo quelle di carbone, loro destinazione.:D

sugacanal
13-07-2006, 10.57.42
Più o meno quello che accadeva in URSS parecchi anni fa
Prezzi stabiliti dal governo.
Nn me l'aspettavo da te :)
Io invece credo che la liberalizzazione sia l'unica strada,a patto che lo Stato controlli che che nn si stringano accordi tra aziende tali da rendere nulla la liberalizzazione

Il prezzo della benzina è alto,a mio parere,x 2 motivi;
peso dell'iva
insufficente ricerca e agevolazioni nelle risorse alternative

Pensier0 se il mercato fosse un vero libero mercato non ci sarebbe motivo di controllo da parte dello Stato. La mia idea è un combattere certi poteri che creano un'offerta falsata. Se un mercato è libero, giusto che il prezzo si formi dall'incontro tra domanda e offerta, ma se l'offerta è falsata dal controllo di pochi, allora meglio un tetto massimo oltre il quale non si puo' andare. A quel punto le aziende petrolifere o accettano di incassare meno, o sono fuori mercato o finalmente spendono qualcosa in piu' per la ricerca di energie alternative. Anche il governo potrebbe agire per abbassare il prezzo della benzina. Vediamo se deciderà di farlo
Io ho preso ad esempio la benzina perchè credo sia un problema che incide parecchio sulle tasche di tutti noi anche se non è il solo...

Altrimenti c'è un metodo ancora piu' efficace, ma bisognerebbe essere tutti uniti: da domani tutti a casa dal lavoro, auto in garage a tempo indeterminato. Niente auto, niente aerei, fermare il paese.
Le aziende si fermerebbero, i servizi si fermerebbero, l'economia si fermerebbe. Sarebbe da pazzi, ma sono solo i metodi drastici a portare risultati in tempi rapidi.

Pensier0
13-07-2006, 11.10.45
Pensier0 se il mercato fosse un vero libero mercato non ci sarebbe motivo di controllo da parte dello Stato. La mia idea è un combattere certi poteri che creano un'offerta falsata. Se un mercato è libero, giusto che il prezzo si formi dall'incontro tra domanda e offerta, ma se l'offerta è falsata dal controllo di pochi, allora meglio un tetto massimo oltre il quale non si puo' andare. A quel punto le aziende petrolifere o accettano di incassare meno, o sono fuori mercato o finalmente spendono qualcosa in piu' per la ricerca di energie alternative. Anche il governo potrebbe agire per abbassare il prezzo della benzina. Vediamo se deciderà di farlo
Io ho preso ad esempio la benzina perchè credo sia un problema che incide parecchio sulle tasche di tutti noi anche se non è il solo...

Altrimenti c'è un metodo ancora piu' efficace, ma bisognerebbe essere tutti uniti: da domani tutti a casa dal lavoro, auto in garage a tempo indeterminato. Niente auto, niente aerei, fermare il paese. Le aziende si fermerebbero, i servizi si fermerebbero, l'economia si fermerebbe. Sarebbe da pazzi, ma sono solo i metodi drastici a portare risultati in tempi rapidi.

Quest'idea mi piace un casino!
Oggi è un'utopia ma iniziamo ad aver consapevolezza di che enorme potere abbiamo come consumatori. Sciopero degli acquisti,controllo sui prezzi e sulla qualità ed acquisti in cooperativa...vedrai come cambiano musica.
Conosco più di un gruppo d'acquisto che comprano una volta alla settimana,tutti assieme,e riescono a spuntare prezzi quasi come all'ingrosso dei supermercati. E parlo di frutta,verdura,pasta,olio etc....
Sembra difficile ma lo è solo all'inizio,poi è anche divertente e vedessi che bel rapporto solidale e comunista (nn inteso come idea politica ma come comunione d'intenti) si crea tra la gente,anche all'interno dei condomini
Ma nn siamo ancora maturi :o

Peppy ma che vendi dolciumi? :p

peppyy
13-07-2006, 11.27.47
Quest'idea mi piace un casino!
Oggi è un'utopia ma iniziamo ad aver consapevolezza di che enorme potere abbiamo come consumatori. Sciopero degli acquisti,controllo sui prezzi e sulla qualità ed acquisti in cooperativa...vedrai come cambiano musica.
Conosco più di un gruppo d'acquisto che comprano una volta alla settimana,tutti assieme,e riescono a spuntare prezzi quasi come all'ingrosso dei supermercati. E parlo di frutta,verdura,pasta,olio etc....
Sembra difficile ma lo è solo all'inizio,poi è anche divertente e vedessi che bel rapporto solidale e comunista (nn inteso come idea politica ma come comunione d'intenti) si crea tra la gente,anche all'interno dei condomini
Ma nn siamo ancora maturi :o

Peppy ma che vendi dolciumi? :p
No non vendo dolciumi ,però l'idea comunista mi piace ,sopratutto perchè si conoscerebbero tante massaie comunisteee:D :D :D

Pensier0
13-07-2006, 11.51.35
No non vendo dolciumi ,però l'idea comunista mi piace ,sopratutto perchè si conoscerebbero tante massaie comunisteee:D :D :D


Son d'accordo,i mariti lavorano e le mogli vanno nei gruppi d'acquisto :eek:

mmbox001
13-07-2006, 14.17.29
Ma tu sei un bolscevico incallito!!! :D
Nn se ne parla perchè ora vanno di moda i cachetti e i furbetti del quartierino


Chi sono i cachetti?

O bolscevico o nazionalsocialista, la scelta e' limitata ai due estremi; sicuramente non troppo a favore del libero mercato che poi troppo libero non e', come del resto tutte le utopie.

Ciao

rino
13-07-2006, 16.17.09
Sono d'accordo con voi, solo faccio differenza fra iva e tasse. Io diminuirei del 20% gli stipendi dei politici. Avrei anche la soluzione più drastica (tutti i politici a fare i minatori per un anno a stipendio zero :D )


adesso (soprattutto grazie a internet) sempre più informazioni circolano tra le persone e sempre più persone sono attente ai fatti:

io dico che può arrivare (anche se siamo un paese a circa il 70esimo posto come libertà di espressione) un momento per ribellarci riguardo le agevolazioni dei politici, vedi l'elevato stipendio, l'immunità parlamentare, perchè grazie alla libera circolazione delle informazioni a mio parere l'opinione pubblica sta aumentando il peso delle sue parole sugli interventi dello stato.

Pensier0
13-07-2006, 17.13.49
Chi sono i cachetti?

O bolscevico o nazionalsocialista, la scelta e' limitata ai due estremi; sicuramente non troppo a favore del libero mercato che poi troppo libero non e', come del resto tutte le utopie.

Ciao

I cachetti a Roma son quelli che se la tirano
Che mostrano 100 quando hanno 10
Tutti imbellettati e pescecani (mod. Ricucci)

SAP
13-07-2006, 17.21.34
I cachetti a Roma son quelli che se la tirano
Che mostrano 100 quando hanno 10
Tutti imbellettati e pescecani (mod. Ricucci)

ma non sono mica i pariolini??

almeno cosi diceva un mio amico de roma:rolleyes:

peppyy
13-07-2006, 18.19.48
A MILAN Sà DIS INSCI' ,I FIGHI CHE STAN FORà DAL BAR CON BICER IN MAN E SE Là TIRAN :D :D :D scusate le volgarità linguistiche

giogiopic
13-07-2006, 21.12.57
ma non sono mica i pariolini??

almeno cosi diceva un mio amico de roma:rolleyes:

beh pariolini....non proprio....

a roma c'è la distinzione tra ragazzi

pariolini (di destra) / zecche (di sinistra)

quelli che se la tirano sono i coatti che è ben altra cosa....

ah Ricucci libero....è il mio idolo!!! UN GRANDE!!! :D

Karin
14-07-2006, 19.16.13
Ciao Karin, sono d'accordo con il tuo commento, anche con quello che dice Grillo. Dico solo che lui ci fa uno spettacolo sopra, noi lo sappiamo e ne discutiamo nei forum o con gli amici.
In tema di liberalizzazioni, credo sia l'unico settore dove il mercato non sarà mai libero di formare il prezzo perchè l'offerta è falsata.
Mi spiego meglio: ti ricordi quando si è fatta la liberalizzazione dei prezzi della benzina? Si diceva che la concorrenza avrebbe portato a prezzi piu' convenienti. Ti pare sia andata così? Perchè basta un accordo tra le compagnie petrolifere e tu trovi prezzi simili sia alla SHELL che alla REPSOL ecc. ecc. Sarà così pure per Banche, Assicurazioni, Farmaci ecc. ecc.
Personalmente come Stato interverrei dando un benchmarck, ossia fissando un prezzo massimo oltre il quale non si puo' andare; chi va oltre sarà costretto a pagare la differenza di propria tasca.
Facendo così a mio avviso costringerei le aziende stesse a cercare un modo per tenere i prezzi sotto controllo, altrimenti sarebbero costrette ad essere fuori mercato.
Questa è la mia idea, ma potrei sbagliarmi.....

E qui ti do ragione al 100%, specialmente per quanto riguarda il prezzo della benzina. però io sono a favore delle liberalizzazioni, se dalle parole finalmente passassero ai fatti:) comunque quello che mi fa veramente toccare i nervi, sono i sprechi. Ma lì ci sarebbe tanto da fare. E purtroppo non è mai stato fatto niente in passato. Un piccolo esempio. Nel mio comune, a natale, per decorare l'albero in piazza con certe cose orrende, hanno speso 5000 euro, una pianta vicino al comune, sempre 5000 euro, e dopo un mese s'è pure seccata. Se uno prende solo queste due cose e le somma per tutti comuni d'Italia, secondo voi che cifra esce? Se poi aggiungiamo tutti gli sprechi di cui siamo a conoscenza, esce una cifra mostruosa, karin

Black Monday
14-07-2006, 23.54.45
http://www.siticibo.it/img/frase-storia.gif

Karin
15-07-2006, 11.19.01
http://www.siticibo.it/img/frase-storia.gif

E tu come sempre, con quattro parole, due immagini (bella la libanese:D ) o qualche vignetta, ci fai capire il tuo pensiero in modo simpatico e fantasioso. ciao ciao black:) :) buon week-end. karin