PDA

Visualizza versione completa : Flash News Del 14 Gennaio 2007



Karin
14-01-2007, 12.21.00
Buongiorno carissimi. Vi auguro una Buona Domenica all'insegna del più completo relax. Le mogli, fidanzate, compagne che vengono viziati con i manicaretti preparati dai loro cuochi amori:D , perchè è strano, conosco molti traders che hanno questa passione, bisognerebbe individuare quale è il connubio tra trading e cucina:confused: . Le mogli o compagne o fidanzate poi però dovrebbero compensare i loro cuochi magari con un massaggino come dovuto:D :D Per i single consiglio di cercare compagnia o di rilassarsi come più piace a loro:) :)

Ora vengo all'unica news più importante del giorno. Ora vado in strada e la URLO, come facevano ai tempi dei primi giornali.

Vi ho letti tutti. GRAZIE GRAZIE GRAZIE, PER GLI AUGURI. VI ADORO

ps: non posso non postare più le news. però se ogni tanto vi trascuro, lo sapete il perchè. é che voglio fare i dindi anch'io.:D :) :D :)

Karin
14-01-2007, 18.55.13
Ma come, vi ho fatto un'edizione speciale delle Flash News oggi, urlando pure. :confused: Non v'interessano proprio le news di domenica eh?? E a dire che erano rivolte a voi, per ringraziarvi degli auguri e di tutto l'affetto che mi dimostrate.

Visto che preferite quelle più solide e meno romantiche vediamo se trovo qualcosa che può essere interessante per domani;)



Abn Amro,Groenink: niente fusioni a 3 con Capitalia e Mps
domenica, 14 gennaio 2007 11.13
Versione per stampa

MILANO (Reuters) - Il presidente di Abn Amro Rijkman Groenink ribadisce che la banca olandese ha intenzione di crescere ulteriormente in Italia, dopo l'acquisizione di Antonveneta, ma esclude la presentazione di offerte ostili o possibili fusioni a tre con Capitalia e Monte dei Paschi di Siena.

"Il 2007 sarà un anno importante per Abn Amro", spiega in un'intervista pubblicata oggi dal Corriere della Sera Groenink , in partenza per l'Italia in vista di un consiglio di sorveglianza e di gestione di Abn che si terrà eccezionalmente a Padova invece che ad Amsterdam per "sottolineare l'importanza nella strategia" di Antonveneta nella banca olandese.

"Nel 2006 abbiamo introdotto una serie di iniziative significative, ora puntiamo a migliorare la nostra performance. E a crescere soprattutto in mercati come quello italiano, dell'Asia e dell'America Latina".

Per quanto riguarda le voci di una possibile opa ostile su Capitalia, di cui Abn detiene l'8,6%, Groenink spiega: "Siamo dei player leali, all'interno del patto di sindacato e siamo parte del sistema bancario italiano. Quindi per noi un'offerta ostile è inconcepibile".

"Siamo interessati ad espandere la nostra presenza, anche con acquisizioni di banche piccole e medie. Ma non in modo ostile", ha precisato, aggiungendo di non voler approfittare della posizione dei vertici di Capitalia, sospesi dopo le condanne riportate in due diversi processi.

"Non è nostra intenzione approfittare di questa situazione. Abbiamo sempre cercato il rispetto e il sostegno degli altri azionisti e continueremo a farlo (...) Procederemo secondo quello che la legge italiana prevede".

Groenink non ha voluto commentare le speculazioni di possibili piani per una fusione a tre tra Abn, Capitalia e Monte dei Monte dei Paschi di Siena.

"Non voglio commentare le speculazioni, ma parlando in generale, non credo nelle fusioni a tre, perché sono molto complicate e difficili da realizzare".


o questa


Petrolio, Opec sta valutando se indire riunione straordinaria
sabato, 13 gennaio 2007 6.21
Versione per stampa

ALGERI (Reuters) - I membri dell'Opec si stanno consultando per decidere se chiedere un incontro straordinario degli aderenti al cartello petrolifero per discutere la caduta del 15% dei prezzi del greggio dall'inizio dell'anno. Lo ha detto oggi il ministro algerino dell'Energia Chakib Khelil.

"Al momento ci sono state consultazioni, ma non si è ancora raggiunto il consenso (sulla questione se tenere una riunione straordinaria o meno)" ha detto ai giornalisti.

Il ministro ha aggiunto che l'Algeria appoggerebbe un ulteriore taglio alla produzione di greggio, nel caso in cui la decisione fosse presa dall'intero gruppo di esportatori.

"Abbiamo già deciso di ridurre la produzione di 500.000 barili al giorno a partire da febbraio. Se emergesse una decisione consensuale di tagliare ancora, io la supporterei in pieno", ha detto il ministro.

Il clima mite che ha caratterizzato questo inverno ha ridotto la domanda di petrolio e ha contribuito a ridurne i prezzi, rendendo quasi nullo l'impatto del taglio previsto dall'Opec per quest'anno di 500.000 barili al giorno, che si è sommato quello dell'anno scorso di 1,2 milioni di barili giornalieri.


Basta così per oggi però eh?:rolleyes: :rolleyes:

carson
14-01-2007, 18.59.08
sempre bene karin,domani la seconda puntata.......:) :D