Una 15enne messa in cella con 20 uomini

E' scandalo in Brasile. Un'adolescente di 15 anni sospettata di furto, è stata rinchiusa in una cella con oltre 20 uomini per un mese. Lì è stata ripetutamente violentata e costretta a rapporti sessuali per procurarsi il cibo. Lo ha denunciato l'organizzazione umanitaria "Children and Adolescent Defense Center" subito dopo il rilascio della ragazzina. Non è il primo caso del genere: una 23enne fu incarcerata con 70 uomini.


"E' stata stuprata dal primo giorno" non appena è entrata in prigione nello stato di Parà dai suoi compagni di cella che avevano da 20 a 34 anni, hanno raccontato al Cedeca. La giovane era stata arrestata nella capitale di Parà, Abaetetuba, il 21 ottobre e era finita in guardina nelle celle della stazione di polizia fino a quando qualcuno non ha informato, con una soffiata, la stampa. La polizia, secondo il legale dell'adolescente non ha saputo indicare per quale caso di furto fosse stata imprigionata e si è difesa affermando che non si erano accorti che fosse minorenne. "Ma questa non è una giustificazione. Se avesse avuto 15, 20, 50, 80 o 100 anni non doveva essere rinchiusa con degli uomini", ha dichiarato il governatore locale, la signora Ana Julia Carepa annunciando che avrebbe chiesto una punizione esemplare.