Reply To Thread
Pagina 1 di 8 1 2 3 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 72
  1. Collapse Details
    L’Italia è lo Stato europeo con i processi più lunghi 
    #1
    sugacanal Guest
    Tocca all’Italia il record delle condanne della Corte europea dei diritti dell’uomo per la lunghezza dei processi, un primato che porta l’Italia alla guida della classifica generale dei Paesi più volte condannati dalla Corte di Strasburgo.

    «Il fatto che l’Italia sia, tra i 47 del Consiglio d’Europa, il Paese che ha più volte violato la Convenzione europea dei diritti umani, dipende dal problema della lunghezza dei processi», ha detto oggi il presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo, Jean Paul Costa. Un problema, ha spiegato il magistrato alla stampa, «ereditato dal passato e che già una legge, la Pinto, cercò di risolvere senza successo».

    Secondo i dati della Corte di Strasburgo, dal 1959 al 2009, su 1450 sentenze di condanna contro l’Italia, 1083 riguardavano proprio la lunghezza dei processi. E senza dubbio, ha concluso Costa, senza questo problema l’Italia non sarebbe più al top della classifica «perchè non ha casi di violazioni serie di diritti umani».

    Meno male, pensavo che essendo in un regime....
    Rispondi citando
     

  2. Collapse Details
     
    #2
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da sugacanal
    Tocca all’Italia il record delle condanne della Corte europea dei diritti dell’uomo per la lunghezza dei processi, un primato che porta l’Italia alla guida della classifica generale dei Paesi più volte condannati dalla Corte di Strasburgo.

    «Il fatto che l’Italia sia, tra i 47 del Consiglio d’Europa, il Paese che ha più volte violato la Convenzione europea dei diritti umani, dipende dal problema della lunghezza dei processi», ha detto oggi il presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo, Jean Paul Costa. Un problema, ha spiegato il magistrato alla stampa, «ereditato dal passato e che già una legge, la Pinto, cercò di risolvere senza successo».

    Secondo i dati della Corte di Strasburgo, dal 1959 al 2009, su 1450 sentenze di condanna contro l’Italia, 1083 riguardavano proprio la lunghezza dei processi. E senza dubbio, ha concluso Costa, senza questo problema l’Italia non sarebbe più al top della classifica «perchè non ha casi di violazioni serie di diritti umani».

    Meno male, pensavo che essendo in un regime....
    ...un regime vero era spiegato ieri sera in un film tedesco,"Le vite degli altri",ovvero la STASI nella DDR negli anni '80...
    Mi auguro che quelli che parlano spesso di regime senza nemmeno sapere cosa sia lo abbiano visto...
    Rispondi citando
     

  3. Collapse Details
     
    #3
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da sugacanal
    Meno male, pensavo che essendo in un regime....
    Altro esempio di regime...reale
    Vediamo se chi utilizza a sproposito il termine ne arriverà a capire il significato
    "Iran:direttore di giornale condannato a nove anni di carcere"
    (per altra giornalista sei anni e tre mesi,testata al bando)
    http://it.reuters.com/article/topNew...5B105G20091202
    Rispondi citando
     

  4. Collapse Details
     
    #4
    Data registrazione
    10-03-2006
    Messaggi
    432
    Citazione Orginalmente inviato da robin
    Altro esempio di regime...reale
    Vediamo se chi utilizza a sproposito il termine ne arriverà a capire il significato
    "Iran:direttore di giornale condannato a nove anni di carcere"
    (per altra giornalista sei anni e tre mesi,testata al bando)
    http://it.reuters.com/article/topNew...5B105G20091202
    professor robin, magari se lo spieghi tu lo capiscono tutti
    conosco uno che ha la stessa repulsione per i giornali avversari
    Rispondi citando
     

  5. Collapse Details
     
    #5
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da pol
    professor robin, magari se lo spieghi tu lo capiscono tutti
    conosco uno che ha la stessa repulsione per i giornali avversari
    Con te sicuramente è fatica sprecata...
    Dà fastidio,eh?
    Rispondi citando
     

  6. Collapse Details
     
    #6
    Data registrazione
    10-03-2006
    Messaggi
    432
    Citazione Orginalmente inviato da robin
    Con te sicuramente è fatica sprecata...
    Dà fastidio,eh?
    cosa mi dovrebbe dare fastidio? che sei professore o che in Iran se la prendono con i direttori dei giornali come succede da noi?
    Rispondi citando
     

  7. Collapse Details
     
    #7
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da pol
    cosa mi dovrebbe dare fastidio? che sei professore o che in Iran se la prendono con i direttori dei giornali come succede da noi?
    Solo un analfabeta può credere che uno sia professore pur non essendolo
    Rispondi citando
     

  8. Collapse Details
     
    #8
    Data registrazione
    10-03-2006
    Messaggi
    432
    professor robin, leggiti pure questo

    Attivista per i diritti umani in Bielorussia, insegnante, consigliere comunale a Vitebsk (quarta città di questa ex repubblica sovietica ndr), la 28enne Olga Karach è oggi a Varsavia. Viene da Praga, dove ha partecipato ad una conferenza sui diritti umani. A Bruxelles, poi, ha tentato di far sentire la sua voce sul problema della libertà di stampa nel regime del padre-padrone Lukashenko. Del resto la Presidenza tedesca ha reso noto che non considera come democratiche le elezioni locali tenutesi il 14 gennaio.

    30 Novembre 2009 17:52 POLITICA
    MINSK - "L'amore del popolo bielorusso per il premier Lukashenko si vede dai risultati elettorali sotto gli occhi di tutti". Cosi' il premier Berlusconi si e' rivolto al "collega" bielorusso, Aleksandr Lukashenko, durante la sua visita a Minsk. Lukashenko, in segno di riconoscimento, ha aperto gli archivi del Kgb a Berlusconi consegnando all'Italia fascicoli che vengono direttamente dagli archivi dei servizi segreti russi e bielorussi. "Un privilegio tributato a Berlusconi che permettera' di stabilire "le sorti dei cittadini italiani prigionieri durante la seconda guerra mondiale in Russia e in Bielorussia", ha sottolineato Lukashenko. Con la sua visita il premier Berlusconi ha di fatto riconosciuto le recenti elezioni bielorusse, fortemente contestate dall'occidente e interessate da polemiche internazionali. (RCD)
    Ultima modifica di pol : 02-12-2009 alle ore 11.29.14
    Rispondi citando
     

  9. Collapse Details
     
    #9
    Data registrazione
    10-03-2006
    Messaggi
    432
    Citazione Orginalmente inviato da robin
    Solo un analfabeta può credere che uno sia professore pur non essendolo
    io ti do del professore e tu mi dai dell'analfabeta? guarda che chiamo in mia difesa i moderatori
    Rispondi citando
     

  10. Collapse Details
     
    #10
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da pol
    professor robin, leggiti pure questo

    Attivista per i diritti umani in Bielorussia, insegnante, consigliere comunale a Vitebsk (quarta città di questa ex repubblica sovietica ndr), la 28enne Olga Karach è oggi a Varsavia. Viene da Praga, dove ha partecipato ad una conferenza sui diritti umani. A Bruxelles, poi, ha tentato di far sentire la sua voce sul problema della libertà di stampa nel regime del padre-padrone Lukashenko. Del resto la Presidenza tedesca ha reso noto che non considera come democratiche le elezioni locali tenutesi il 14 gennaio.

    30 Novembre 2009 17:52 POLITICA
    MINSK - "L'amore del popolo bielorusso per il premier Lukashenko si vede dai risultati elettorali sotto gli occhi di tutti". Cosi' il premier Berlusconi si e' rivolto al "collega" bielorusso, Aleksandr Lukashenko, durante la sua visita a Minsk. Lukashenko, in segno di riconoscimento, ha aperto gli archivi del Kgb a Berlusconi consegnando all'Italia fascicoli che vengono direttamente dagli archivi dei servizi segreti russi e bielorussi. "Un privilegio tributato a Berlusconi che permettera' di stabilire "le sorti dei cittadini italiani prigionieri durante la seconda guerra mondiale in Russia e in Bielorussia", ha sottolineato Lukashenko. Con la sua visita il premier Berlusconi ha di fatto riconosciuto le recenti elezioni bielorusse, fortemente contestate dall'occidente e interessate da polemiche internazionali. (RCD)
    Insisti a definirmi professore...ti devi considerare proprio povero di conoscenza
    Ti ho forse chiamato fotografo io?
    Rispondi citando
     

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Ricerca personalizzata
Powered by