Discussione: Declino Italiano

Reply To Thread
Pagina 15 di 15 PrimoPrimo ... 5 13 14 15
Visualizzazione risultati 141 fino 149 di 149
  1. Collapse Details
    Ottimo Franco Bechis su Libero.... 
    sugacanal Guest
    La manovra era blindata. Su quasi tutto. Perché su un solo punto è di fatto saltata: quello dei tagli ai costi della politica. La sforbiciata di Giulio Tremonti è stata ampiamente spuntata dalla casta durante il passaggio al Senato pur senza modificare un comma del testo, perché non era possibile. Ma il trucco è stato trovato, grazie all’accordo fra Pd e Pdl. La trappola è scattata fra la sera del 12 e la notte del 13 luglio in commissione affari costituzionali del Senato.
    Grazie a un parere di nulla osta «vincolato ad alcune osservazioni» proprio sui costi della politica. Con armi molto raffinate i senatori Pd e Pdl hanno detto che va bene tagliare, ma non quanto finisce in tasca a loro. Tremonti aveva scritto nella finanziaria che bisogna confrontare gli stipendi dei parlamentari italiani con quelli dei colleghi europei e poi uniformarli dalla prossima legislatura? Si potrà fare, ma- sostiene il parere vincolante, «può essere applicabile esclusivamente all’istituto dell’indennità parlamentare, ai sensi dell’articolo 69 della Costituzione, che ne rimette la determinazione alla legge e va intesa- secondo il principio della ragionevolezza- alla stregua dei necessari fattori di ponderazione, con particolare riguardo alla consistenza demografica dei diversi paesi». Ecco qui la prima trappola: l’indennità base dei parlamentari italiani è identica a quella francese, simile a quella inglese, inferiore a quella tedesca e superiore a quella degli altri paesi. Ma legandone l’importo alla popolazione di ciascun paese, non dovrà essere tagliata. Anzi, il rischio è pure che venga aumentata di 2-300 euro. Possono essere tagliate dalla finanziaria altre voci come i rimborsi spesa a forfait, le diarie? No, perché quelle sono regolate- dice sempre il parere vincolante- «dalla rispettiva autonomia, costituzionalmente vincolata e riconosciuta».
    in aula
    Il parere seral-notturno è stato stilato senza darne alcuna pubblicità. E quando ieri nell’aula di palazzo Madama sono entrate le telecamere della Rai, nessuno ha voluto fare riferimento al tema dei costi della politica, limitandosi a lodare la manovra e elogiare la necessità dei sacrifici per tutti. Ma al riparo delle ore notturne e nel chiuso delle commissioni, è scoppiata la rabbia dei senatori, che quelle forbici di Tremonti proprio non hanno mandato giù. Nella fila della maggioranza come in quelle dell’opposizione. Raffaele Lauro (Pdl) si è lamentato della «pubblicistica antiparlamentarista che produce una pericolosa disaffezione dei cittadini nei confronti delle pubbliche istituzioni e dei suoi rappresentanti». Andrea Pastore, anche lui Pdl, si è augurato che «si levino voci in difesa del prestigio del Parlamento e della dignità della funzione parlamentare, gravemente lesa da campagne diffamatorie che non rappresentano la realtà e alimentano sfiducia nelle istituzioni e in chi le rappresenta». Toni simili da parte di Barbara Saltamartini e Giuseppe Saro, anche loro nelle fila della maggioranza. Quest’ultimo ha tuonato: «l’indennità parlamentare serve al deputato e al senatore per svolgere con la massima efficacia la propria attività politica». Era evidente che nessuno entra a palazzo per vocazione e con lo spirito del volontariato, ma per dirla così ci vuole un certo coraggio.
    pianto greco
    I pidiellini sono un pizzico polli. Pensavano di essere al sicuro fra quelle quattro mura, eppure almeno in sintesi il loro pianto greco è stato pubblicato nei resoconti parlamentari. Quelli del Pd sono assai più furbi. Non si sono strappati i capelli in pubblico più di tanto, perché sanno che così si perdono voti. Hanno badato al sodo: è stata loro l’idea di inserire le trappolette nel parere. Francesco Sanna si è inventato quella dello stipendio legato alla densità demografica. Marilena Adamo ha chiesto pure di tenere conto del costo della vita, visto che in Italia l’inflazione sta rialzando la testa. Niente rivalutazione a pensioni da 2.300 euro lordi, al Pd poco importa perché l’importante è rivalutare l’indennità parlamentare di 5.600 euro netti. Inserite le trappolette nel parere, i senatori del Pd sono riusciti in un miracolo di ipocrisia. Salvati i propri stipendi e convinti il Pdl a sposare il loro marchingegno per smontare Tremonti, pareva brutto votare contro. Così Enzo Bianco ha tirato fuori dal cappello un’ideona: ha chiesto di votare per parti separate il parere. Prima il semplice “nulla osta” alla finanziaria. Qui il Pd ha votato contro per fare vedere ai propri elettori che è un partito durissimo. Poi sono state messe al voto le osservazioni vincolanti per quel sì. E il Pd che aveva votato no al “nulla osta”, ha votato sì invece ai vincoli che salvano lo stipendio della casta. Un vero capolavoro.


    E alla fine sono tutti uguali, tante belle parole, tutti pronti a salvare il paese, e poi nessuno opera per il bene del paese;solo davanti a microfoni o alle telecamere. Pessimi......
    Rispondi citando
     

  2. Collapse Details
     
    Data registrazione
    13-04-2011
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    576
    Citazione Orginalmente inviato da sugacanal
    E alla fine sono tutti uguali, tante belle parole, tutti pronti a salvare il paese, e poi nessuno opera per il bene del paese;solo davanti a microfoni o alle telecamere. Pessimi......
    C'è poco da fare, PESSIMI! Qui non è questione se sei di destra o sinistra, qui è tutta la classe politica che è marcia. Invece di dare per primi l'esempio, questi tagliano servizi, detrazioni, aumentano ticket, tutte cose che vanno a colpire le famiglie di chi già non è che se la passa granché bene, ma loro no, mai a rinunciare a qualcosa. Prodi anni fa con quella maggioranza non fece granché ma B. con la sua maggioranza avrebbe potuto fare veramente tanto se non avesse pensato solo ai c@xxi suoi. E intanto il paese va alla deriva............
    nna1... nonneazzeccouna
    I veri tesori sono quelli che hai sotto gli occhi tutti i giorni, i miei hanno un nome: Marco e Andrea
    Rispondi citando
     

  3. Collapse Details
     
    Data registrazione
    20-06-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    6,785
    Certo che x chi ha creduto alle favole x 18 anni ora è difficile aprire gli occhi
    Che la casta sia tutta lì è indubbio, che nel PD siano imbecilli lo si è visto quando hanno votato contro la proposta dell'IDV di abolire le Province...ma accusare l'opposizione della manovra "blindata" e passata con voto di fiducia è davvero da mentecatti
    Infatti chi propone sta stronzata? Un dipendente del giornale di berlusconi....
    100 deputati di maggioranza, la più alta dal dopoguerra! Per fare cosa???

    Meglio continuare a dormire zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
    Rispondi citando
     

  4. Collapse Details
     
    Data registrazione
    13-04-2011
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    576
    Citazione Orginalmente inviato da Pensier0
    Certo che x chi ha creduto alle favole x 18 anni ora è difficile aprire gli occhi
    Che la casta sia tutta lì è indubbio, che nel PD siano imbecilli lo si è visto quando hanno votato contro la proposta dell'IDV di abolire le Province...ma accusare l'opposizione della manovra "blindata" e passata con voto di fiducia è davvero da mentecatti
    Infatti chi propone sta stronzata? Un dipendente del giornale di berlusconi....
    100 deputati di maggioranza, la più alta dal dopoguerra! Per fare cosa???

    Meglio continuare a dormire zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
    Ma occhio che il risveglio potrebbe essere anche peggio...
    nna1... nonneazzeccouna
    I veri tesori sono quelli che hai sotto gli occhi tutti i giorni, i miei hanno un nome: Marco e Andrea
    Rispondi citando
     

  5. Collapse Details
     
    sugacanal Guest
    Citazione Orginalmente inviato da Pensier0
    Certo che x chi ha creduto alle favole x 18 anni ora è difficile aprire gli occhi
    Che la casta sia tutta lì è indubbio, che nel PD siano imbecilli lo si è visto quando hanno votato contro la proposta dell'IDV di abolire le Province...ma accusare l'opposizione della manovra "blindata" e passata con voto di fiducia è davvero da mentecatti
    Infatti chi propone sta stronzata? Un dipendente del giornale di berlusconi....
    100 deputati di maggioranza, la più alta dal dopoguerra! Per fare cosa???

    Meglio continuare a dormire zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
    Ho sempre sostenuto che tu sia stato infallibile e soprattutto che avessi la verità in tasca e che ti sia permesso di pontificare per tutto questo tempo.
    Io ho creduto ad un programma di governo e adesso mi rendo conto di aver mal riposto la mia fiducia. Pazienza, ci pensero' bene alle prossime elezioni.
    Come tutte le persone normali posso cambiare idea. Mentre gli dei saccentoni come te perseverano nel ricordare agli altri di aver sbagliato.
    Non sei degno di stare su questo pianeta, sei infallibile, meriti di stare alla destra del padre, semmai ci fosse
    Rispondi citando
     

  6. Collapse Details
     
    Data registrazione
    20-06-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    6,785
    Sii più indulgente con te stesso.
    Tutti sbagliamo, certo 18 anni sono parecchi ma nn è colpa mia
    I politici sono una casta, ce ne sono corrotti o meno, disonesti e così-così, farabutti e brave persone, ma tutti difendono i propri privilegi (sopratutto quando un popolo gli ha permesso tutto)
    Il problema di quelli come te è che fino a un paio di mesi fa difendevano il capo/pregiudicato della casta... altro che "destra del Padre"
    Bastava un pizzico di spirito critico e libero



    Taglio alle indennità dei parlamentari addio, o quasi. Meglio equipararsi ai sei paesi più ricchi dell'Unione europea. E poi rimborsi elettorali ridotti ma dalla prossima legislatura, auto blu da ridimensionare ma dal 2012, vitalizi salvati in extremis, finanziamenti ai partiti appena sforbiciati. Doveva essere il fiore all'occhiello della manovra lacrime e sangue.
    Il buon esempio all'insegna dell'austerity dato dalla politica, perché - ammoniva Tremonti ancora pochi giorni fa - non si possono chiedere sacrifici agli italiani senza imporli alla classe dirigente.

    E invece ecco servito il bluff. La manovra appena approvata da 70 miliardi, che si abbatterà tra ticket e superbolli su famiglie e risparmiatori, nel testo definitivo rinvia e in qualche caso annulla i buoni propositi di chi l'ha scritta. Il colpo grosso è andato in scena nel chiuso delle commissioni Affari costituzionali e Bilancio al Senato sulla norma più attesa. Proprio quella che avrebbe dovuto equiparare le indennità parlamentari a quelle dei paesi Ue. Falcidiata tra la notte del 12 e il 13 mattino grazie a un paio di emendamenti targati Pdl.

    Il testo originario di Tremonti prevedeva (dalla prossima legislatura) l'equiparazione delle attuali indennità parlamentari italiane a quelle dei 17 paesi dell'area euro. A conti fatti, per passare dall'attuale "trattamento economico" base (al netto delle varie voci accessorie) di quasi 12 mila euro mensili lordi dei nostri parlamentari, ai 5.339 euro della media europea, com'è
    stata di recente calcolata dal Sole 24 ore. Risultato: Camera e Senato che oggi sborsano circa 144 milioni all'anno per le indennità, ne avrebbero spesi solo 62 milioni, meno della metà (il 53,5% in meno).
    E invece, viene azzerato o quasi quel risparmio da 82 milioni. Come? Grazie a due colpi sottobanco. L'emendamento 1.1 del relatore in commissione, il pidiellino Picchetto, che prevede intanto un adeguamento della paga a quella non dei 17 paesi euro, ma dei "sei principali" paesi Ue, quindi dei più grandi. Infine, con l'emendamento 1.2 del duo siciliano (sempre Pdl) Fleres-Ferrara, con cui viene sancito che in futuro l'adeguamento andrà fatto in base alla "media", sì, ma "ponderata, rispetto al Pil" di quei paesi. Dovrà tener conto cioè non del numero dei cittadini, ma della ricchezza dei sei paesi. Bizantinismi. Sta di fatto, protesta il senatore Pd Francesco Sanna che si è battuto in commissione, "che con il sistema prescelto da maggioranza e governo la riduzione, se ci sarà, sarà lievissima". Anzi, con la media "ponderata al Pil", non sarà neanche detto che la decurtazione ci sarà. Il Pdl d'altronde in commissione aveva difeso a spada tratta la busta paga, contro "la deriva populista" e in difesa della "prestigio del Parlamento", con una sfilza di interventi, da Raffaele Lauro a Giuseppe Saro a Andrea Pastore. Missione compiuta.

    Tutto verificato negli atti parlamentari. Bechis della casta è dipendente ed ha tutto il vantaggio di farci credere che SON TUTTI UGUALI.
    Rispondi citando
     

  7. Collapse Details
     
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da sugacanal
    Ho sempre sostenuto che tu sia stato infallibile e soprattutto che avessi la verità in tasca e che ti sia permesso di pontificare per tutto questo tempo.
    Io ho creduto ad un programma di governo e adesso mi rendo conto di aver mal riposto la mia fiducia. Pazienza, ci pensero' bene alle prossime elezioni.
    Come tutte le persone normali posso cambiare idea. Mentre gli dei saccentoni come te perseverano nel ricordare agli altri di aver sbagliato.
    Non sei degno di stare su questo pianeta, sei infallibile, meriti di stare alla destra del padre, semmai ci fosse
    ...non da vivo almeno
    Hai notato?Gli anni di declino che fino a tre mesi fa erano 15-16 adesso sono diventati 18...
    Pertanto se puoi fatti spiegare il criterio del conteggio tu che sei rimasto l'unico a rispondergli
    Rispondi citando
     

  8. Collapse Details
     
    Data registrazione
    20-06-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    6,785
    Citazione Orginalmente inviato da robin
    ...non da vivo almeno
    Hai notato?Gli anni di declino che fino a tre mesi fa erano 15-16 adesso sono diventati 18...
    Pertanto se puoi fatti spiegare il criterio del conteggio tu che sei rimasto l'unico a rispondergli
    Cosa intendi "non da vivo" idiota?
    Rispondi citando
     

  9. Collapse Details
     
    Data registrazione
    20-06-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    6,785
    !
    Rispondi citando
     

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Ricerca personalizzata
Powered by