Reply To Thread
Pagina 1 di 2 1 2 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 13
  1. Collapse Details
    i PIR piani individuali di risparmio e il paniere dei migliori titoli coinvolti 
    #1
    Data registrazione
    14-07-2011
    Messaggi
    4,947
    Questi sono i nomi individuati da Mediobanca.
    Diasorin , Ima, Autogrill , Marr , Iren , Interpump, Technogym, Cerved , Ray Way, Ei Towers , Inwit, Credem , Anima , Amplifon , Cucinelli , Enav , Ansaldo Sts e De' Longhi.

    Milano Finanza, 20.03.2017
    Una selezione di 18 azioni a misura di Pir, i nuovi piani di risparmio esentasse nati a inizio anno. L'ha elaborata Mediobanca Securities che ha individuato i titoli di società quotate italiane da inserire in un portafoglio dedicato ai Pir. I nomi?

    La lista comprende non soltanto small cap ma anche aziende medio-grandi da detenere per almeno cinque anni, in linea con l'orizzonte temporale minimo dei Pir: si va da Diasorin , Ima, Autogrill , Marr , Iren , Interpump , fino a Technogym, Cerved , Ray Way, Ei Towers , Inwit, Credem , Anima , e per finire Amplifon , Cucinelli , Enav , Ansaldo Sts e De' Longhi .

    "Crediamo che gli investitori nel selezionare i titoli debbano seguire un approccio basato sull'analisi dei fondamentali, ma anche sulle potenzialità sul fronte dell'm&a", spiega il broker che ha selezionato i 18 nomi partendo dalle 53 azioni adatte ai Pir coperte dai suoi analisti.

    articolo completo
    http://www.milanofinanza.it/news/med...03200950453550
    Rispondi citando
     

  2. Collapse Details
     
    #2
    Data registrazione
    22-01-2007
    Messaggi
    2,891
    Secondo l'Auduc non conviene investire nei PIR perchè :

    “Se ipotizziamo un rendimento medio del 5%, il risparmio fiscale sarà pari all’1,30% (il 26% del 5%). Questo costo è esattamente pari alle commissioni di gestione annue dei P.I.R. fin qui presentati (tra 1,20% e 1,35%). È vero che il risparmiatore può in teoria aprire un Piano Individuale di Risparmio, direttamente dal proprio deposito titoli, acquistare azioni che corrispondano ai requisiti illustrati sopra e godere dei benefici fiscali, ma questo richiede competenze molto specifiche e l’assunzione di un rischio più elevato (data la minore diversificazione che il singolo investitore è in grado di ottenere rispetto ad un fondo, a parità di importo investito).

    Quindi, sempre nell’ipotesi di rendimento azionario con rendimento al 5%, l’investitore ha due alternative:

    1 Investimento tramite ETF: costo annuo tra lo 0,18% e lo 0,35%. Imposta = 1,30%. Costo totale annuo = 1,48% – 1,65%
    2 Investimento tramite P.I.R.: costo totale annuo = 1,20% – 1,35%
    A fronte di questo vantaggio minimo (che diventa uno svantaggio per rendimenti inferiori al 5%), si deve tenere l’investimento per almeno 5 anni, quindi si ha un notevole vincolo in termini di liquidità.

    Altro discorso per le obbligazioni. In questo caso l’associazione dei consumatori non ha dubbi nel bollare “l’investimento in obbligazioni tramite P.I.R. non conveniente”.

    “Poiché i rendimenti saranno, almeno per ora, nettamente più bassi del 5%, il costo annuo (commissioni di gestione) dei P.I.R. è ben superiore al risparmio fiscale”.
    ... la sofferenza rende intelligenti ...
    Rispondi citando
     

  3. Collapse Details
     
    #3
    Data registrazione
    22-01-2007
    Messaggi
    2,891
    Vantaggi e rischi .

    Per i risparmiatori il vantaggio più rilevante è la detassazione degli utili.
    La normativa, infatti, prevede che le persone fisiche che mantengono i soldi in un Pir per almeno cinque anni, siano esonerate dal pagamento delle imposte su capital gain e rendimenti, il 12,5% sui titoli di Stato e il 26% sulle azioni e sulle altre obbligazioni.
    Chi li riscatta prima dovrà pagare il 26% sulle rendite finanziarie maturate fino a quel momento. Quelle maturate negli anni precedenti a quello del riscatto verranno anche maggiorate degli interessi.
    In caso di perdita valgono le regole generali dei fondi per il credito di imposta.
    La patrimonialina (2 per mille sul valore del portafoglio a fine anno) si paga.
    È prevista anche l’esenzione dall’imposta di successione in caso di trasferimento mortis causa degli strumenti detenuti nel piano di investimento.
    ... la sofferenza rende intelligenti ...
    Rispondi citando
     

  4. Collapse Details
     
    #4
    Data registrazione
    22-01-2007
    Messaggi
    2,891
    Qualcuno può spegarmi meglio questo :
    " È vero che il risparmiatore può in teoria aprire un Piano Individuale di Risparmio, direttamente dal proprio deposito titoli, acquistare azioni che corrispondano ai requisiti illustrati sopra e godere dei benefici fiscali "

    Cioè possiamo farci un PIR con il nostro pf ?
    ... la sofferenza rende intelligenti ...
    Rispondi citando
     

  5. Collapse Details
     
    #5
    Data registrazione
    14-07-2011
    Messaggi
    4,947
    Grazie per il contributo. Alla domanda specifica sugli eventuali risparmi fiscali per i PIR fai da te, non so rispondere.
    A parte il tecnicismo fiscale, il trader/risparmiatore può comprare direttamente i titoli e gli ETF come ad esempio questo sulle Mid Cap FR0011758085 (secondo Fineco i primi titoli del paniere in percentuale sono: Hera, Interpump, Cerved, De Longhi, Diasorin).
    In sintesi, evitare i PIR che potrebbero proporre i promotori del risparmio gestito, e fare da se comprando i sottostanti.
    Rispondi citando
     

  6. Collapse Details
     
    #6
    Data registrazione
    20-10-2016
    Messaggi
    1,146
    Ragazzi se può essere utile su Finanzaonline, Dreamtheater ha scritto una serie di articoli:


    http://intermarketandmore.finanza.co...i-di-risparmio
    Rispondi citando
     

  7. Collapse Details
     
    #7
    Data registrazione
    14-07-2011
    Messaggi
    4,947
    molto interessante !
    Rispondi citando
     

  8. Collapse Details
     
    #8
    Data registrazione
    14-07-2011
    Messaggi
    4,947
    Stanno uscendo alcune comunicazioni di Banca IMI circa la loro Pir selection.
    Al momento ci sono IVS, La Doria e Anima
    Ultima modifica di asvin : 20-04-2017 alle ore 13.12.50
    Rispondi citando
     

  9. Collapse Details
     
    #9
    Data registrazione
    14-07-2011
    Messaggi
    4,947
    i papabili per Banca Akros

    MARKET TALK: Pir, ecco i titoli nel radar di Banca Akros
    09/06/2017 15:56 MF-DJ
    MILANO (MF-DJ)--Banca Akros sceglie alcune "equity story interessanti nell'universo dei Pir", i Piani Individuali di Risparmio. Gli esperti citano Txt E-Solutions, Clabo, Piteco, Fope, Saes G., Luve, Sit Group, Landi R., Carraro, Aeffe, Orsero, Elica Spa, Unieuro, Ovs, Snaitech.
    Rispondi citando
     

  10. Collapse Details
     
    #10
    Data registrazione
    14-07-2011
    Messaggi
    4,947
    Mediobanca aggiunge Fila.

    Titolo: MARKET TALK: Pir, ecco le scelte di Mediobanca S.
    Ora: 05/10/2017 13:33
    Testo:
    MILANO (MF-DJ)--Mediobanca Securities seleziona le sue preferite tra le
    mid e small cap italiane. Gli analisti hanno aggiornato la loro selezione
    per il breve termine (orizzonte temporale di 6 mesi), in cui figurano:
    Cerved, Fila, Interpump, Iren, Raiway, Sias. MB ha poi aggiornato il
    "portafoglio Pir di piu' lungo termine".In sostanza, gli esperti hanno
    scelto i titoli che "con orizzonte Pir" presentano le caratteristiche piu'
    interessanti. Fa il suo ingresso Fila e dunque la "lista Pir" comprende 19
    titoli: Diasorin, Ima, Autogrill, Marr, Iren, Interpump, Technogym,
    Cerved, Raiway, Ei Towers, Inwit, Credem, Anima H., Fila, Amplifon,
    B.Cucinelli, Enav, Ansaldo Sts, De'Longhi.
    pl
    paola.longo@mfdowjones.it
    (fine)

    MF-DJ NEWS
    0513:33 ott 2017
    Rispondi citando
     

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Ricerca personalizzata
Powered by