Gli Emirati Arabi Uniti si confermano ancora una volta come la meta ideale per l’internazionalizzazione di servizi da parte di imprese ed enti italiani.

A fare notizia è la recente apertura di una filiale operativa di Banca Intesa Sanpaolo ad Abu Dhabi, che subentra al precedente ufficio di rappresentanza inaugurato nel 2012.

Intesa Sanpaolo è il primo gruppo bancario italiano ad avere ottenuto l’autorizzazione ad operare direttamente in valuta locale (Dirhams), con la capacità di poter emettere garanzie bancarie dirette ed attrarre depositi da aziende in loco.

La sede di rappresentanza avrà il compito di sostenere da vicino le imprese italiane nei loro progetti di espansione internazionale, coordinandone il business ed interfacciandondosi con le istituzioni locali in relazione all’erogazione di servizi finanziari.

La filiale farà riferimento all’hub di Dubai e rafforzerà la presenza di Intesa Sanpaolo nel Golfo, area fondamentale per l’economia mondiale. Non a caso la scelta della sede è ricaduta su Abu Dhabi, l’Emirato col più alto peso economico della regione e settima maggiore riserva mondiale di petrolio e gas naturale.

Ma Intesa Sanpaolo non è l’unica banca che punta su Abu Dhabi. Anche Unicredit aprirà una sede nella capitale nel 2017, con l’obiettivo di fornire servizi finanziari alle imprese italiane nel Medio Oriente.

Buona notizia, insomma, per gli italiani che sono interessati ad aprire una società negli Emirati Arabi Uniti ed avere il suppporto anche delle loro banche di fiducia.