Reply To Thread
Pagina 1 di 7 1 2 3 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 67
  1. Collapse Details
    quale dei due consulenti non mi dice la verità? 
    #1
    Data registrazione
    11-11-2009
    Messaggi
    18
    Buongiorno a tutti,
    vi ringrazio in anticipo per ogni aiuto che saprete darmi (e qualsiasi consiglio, visto che sono assolutamente a digiuno di ogni informazione borsistica).
    La questione è molto semplice.. ho già dei soldi investiti tramite un PFA (personal financial adviser, credo) della Fineco, soldi che sono stati messi su 4 differenti fondi

    - PF EMERGING MARKETS;
    - PF INDIAN EQUITIES;
    - ING (L) INV EUR EQUI;
    - ING (L) INV EUR H DI;

    L'investimento mi è costato, oltre alle spese vive della banca, una commissione di entrata del 5%, più i normali costi di gestione interni del fondo. (tralasciamo l'impietosa situazione... -22%)
    Allora... lo stesso Promotore finanziario mi propone, in questo periodo, di fare un piano di accumulo (investendo su fondi azionari), cosa che concettualmente condivido.. la musica è la stessa.. l'investimento viene delazionato con acquisti ogni mese ma non cambiano i costi (sempre 5% di entrata + costi interni del fondo).

    Ora, un dipendente della Unicredit presso la quale ho un conto corrente mi dice che anche lui mi può far fare un piano di accumulo, sempre su fondi azionari, ma senza praticamente spese (12 euro di apertura + costi interni del fondo)..

    Allora io mi chiedo e chiedo loro: come mai ci sono costi differenti, se l'investimento è lo stesso???
    RISPOSTE
    PFA Fineco: io ti propongo dei fondi più performanti, i suoi hanno delle percentuale sull'utile che realizzi, quello che ti faccio io hanno quei costi di entrata (mi ha parlato di Sicav) perchè così è deciso dal fondo e non da me;

    Unicredit Banca: i miei fondi sono esattamente come i suoi, naturalmente ti posso proporre soltanto quelli del nostro gestore (Pioneer)...

    Sinceramente....!?!?

    Non capisco più NULLA!!!

    scusate lo sfogo...
    Attendo vostre delucidazioni.
    Grazie
    Rispondi citando
     

  2. Collapse Details
     
    #2
    Data registrazione
    18-06-2005
    Messaggi
    9,363
    ciao

    la tua storia ed il tuo racconto sono uguali a decine che mi hanno raccontato in questi anni.
    Non è un caso che in questo momento sto scrivendo un libro per illustrare il corretto approccio che il risparmiatore deve avere verso banche, bancari e promotori finanziari.
    Nello specifico sto scrivendo il capitolo relativo alla formazione professionale di promotori finanziari e bancari.


    L'argomento mi sta molto a cuore perchè vedo moltissimi amici spendere un sacco di soldi in commissioni ed investire in prodotti scadenti.
    Ho una rabbia incredibile per queste cose!

    Riassumo un pò come gira la giostra.

    Banche e promotori finanziari guadagnano sulle commissioni dei prodotti che sottoscrivi.
    In genere ti vendono i prodotti che convengono a loro ( cioè dove guadagnano di più come commissioni ) e che non sempre convengono a te.
    Anzi quasi sempre quello che conviene a loro non conviene a te.

    Le commissioni sono trattabili. Tutte!
    Il 5% è una commissione elevatissima!
    Già 1% sarebbe tanto, figurarsi il 5%
    La commissione d'ingresso non ha senso d'esistere se non per pagare ( profumatamente ) il promotore finanziario e ingrassare la banca.
    Non ha nessun altro scopo.

    Se ti dicono che le commissioni non sono trattabili, cambia promotore!
    Se ti dicono che non ci sono commissioni, prima di cambiare promotore sputagli anche in faccia perchè ti prende per il culo 2 volte; nel senso che le "commissioni di gestione" saranno più alte.
    Le commissioni di gestione sono quelle che paghi tutti gli anni perchè il gestore faccia andare bene il fondo in cui hai messo i tuoi dindi.
    Il problema della commissione di gestione è duplice: è sempre molto ingente e, peggio ancora, quasi invisibile.
    C'è ma non si vede perchè viene scalata quotidianamente dal valore del fondo, In pratica la paghi tutti i giorni ma non te ne accorgi.

    Ricordati che nessuna banca/fondo regala nulla... poco ma sicuro!

    Nessuno dei 2 promotori/banchiere te la sta raccontando giusta!
    Ognuno, a suo modo, sta tirando l'acqua al proprio mulino.
    Peccato che nessuno dei 2 faccia il tuo interesse.


    Cosa farei io se fossi in te ?
    Manderei a fare in culo entrambi e venderei ogni prodotto sottoscritto.
    Poi farei da solo.

    Sembra difficile ma non lo è!
    Anzi!

    Considera che i fondi hanno sempre fatto peggio del mercato ( sia azionario che obbligazionario ) da sempre, fin da quando i fondi sono stati creati.
    E questo non lo dico io che sono un pistola qualsiasi ma lo dicono ( e lo dimostrano conti alla mano, facendo nomi e cognomi ) parecchi docenti universitari di matematica finanziaria. Primo tra tutti Beppe Scienza.

    Quindi, dopo aver venduto i fondi, io farei così:
    80% in titoli di stato e obbligazioni
    20% in azioni

    E' solo un esempio.
    In base alle tue esigenze ed al tuo profilo di rischio, le percentuali possono variare.

    Cmq per i titoli di stato comprerei un pò di Btp i ( cioè collegati all'inflazione ) e qualche obbligazione a tasso fisso a scadenza breve e qualche tasso variabile.
    Per l'azionario, inutile investire in area pacifico, america, italia o europa, perchè i mercati sono correlati e si muovono praticamente insieme.
    E per investire in azioni non c'è bisogno di un fondo d'investimento o di una sicav ( che fa più figo ).
    Basta comprare un Etf: ti costa pochissimo ed ha la stessa resa esatta del mercato in cui investi.
    Mentre un fondo costa di più e fa sempre peggio del mercato di riferimento.

    Per sapere cos'è un Etf:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Exchange-traded_fund
    e qui trovi una lunga serie di etf
    http://www.borsaitaliana.it/quotazioni/etf/etf.htm

    Quindi in definitiva.
    Nessuno dei 2 dice la verità ed entrambi ti vedono come un pollo da spennare.
    Tu da solo puoi fare meglio di qualsiasi prodotto che loro di vendono.
    Per fare meglio intendo; spendere meno in commissioni e guadagnare di più ( o perdere meno, che è già qualcosa ).

    Se mi dici il tuo profilo di rischio, l'ottica temporale dell'investimento, se hai delle spese imminenti da fare per cui ti possono servire parte di questi soldi... ti posso anche fare un ipotesi di portafoglio.

    ciao
    gbellelli
    Rispondi citando
     

  3. Collapse Details
     
    #3
    Data registrazione
    11-11-2009
    Messaggi
    18
    Rispondo anche qua, oltre che in pvt in modo che la mia esperienza possa essere eventualmente utile anche a qualcun altro.
    Diciamo che ora mi interessava mettere da parte mensilmente un po' i miei risparmi in modo da avere qualcosa diciamo fra dieci-venti anni (ma anche di più, nel caso non mi servissero).. tutti mi consigliano il comparto azionario (preferirei un profilo più aggressivo) perchè, testuali parole "l'azionario è sempre cresciuto, lo dice la storia".

    La seconda considerazione che vorrei fare è che molta gente non ha le capacità/il tempo/la voglia per star dietro ai propri investimenti e quindi preferisce affidarsi a persone che per lo meno si occupino di monitorare con frequenza i nostri soldi.

    Per rispondere alla tua domanda sul profilo di rischio per determinare la tipologia di portafoglio, posso direti che attualmente non ho in programma di spendere dei soldi, ma prima di reinvestire somme ingenti come quelle messe nei fantomatici 4 fondi indicati (sono 15 mila euro miei, sembreranno pochi, ma per un neo laureato sono soldoni... :-( ) vorrei almeno riportarmi in pari.

    Quindi per ora, nell'imminente, come ti avevo già accennato, vorrei trovarmi una soluzione tipo "piano di accumulo" (somme mensili per andare a costituire un paniere da riaprire fra qualche anno) ed eventualmente qualcosa di speculativo per far rendere una somma piccola (2mila euro).

    spero di essere stato chiaro, e scusa in anticipo la tremenda ignoranza in merito..
    Rispondi citando
     

  4. Collapse Details
     
    #4
    Data registrazione
    18-06-2005
    Messaggi
    9,363
    ciao

    >tutti mi consigliano il comparto azionario (preferirei un profilo più aggressivo) >perchè, testuali parole "l'azionario è sempre cresciuto, lo dice la storia".

    Affermazione falsa!
    Non è vero che l'azionario sul lungo periodo batte l'obbligazionario.
    O meglio, è stato vero fino ad inizio crisi per il solo mercato azionario americano.
    In ogni caso, il fatto che sia capitato in passato non significa che avverrà anche in futuro.

    Investire in azioni significa anche essere coscienti della possibilità ( concreta ) di perdere soldi.


    >molta gente non ha le capacità/il tempo/la voglia per star dietro ai propri >investimenti e quindi preferisce affidarsi a persone che per lo meno si >occupino di monitorare con frequenza i nostri soldi.

    Sul discorso "voglia" non entro nel merito perchè è una questione personale e non posso certo sindacare.

    Sul discorso della "capacità" e del "tempo" dissento perchè investire i soldi meglio di quanto facciano banche, promotori e fondi d'investimento.
    Che sia difficile e richieda tempo ce lo fanno crede da sempre le banche.
    Anch'io anni fa sono abboccato a queste cavolate ed adesso posso garantire che capirci qualcosa non è difficile.
    E che investire ( non speculare! ) nel medio lungo periodo non richiede molto tempo.
    Un paio di ore al mese, al massimo. Anche meno.

    > sembreranno pochi, ma per un neo laureato sono soldoni...

    tutti i soldi sono importanti.
    pochi o tanti sono sempre sudati e vanno difesi a spada tratta!


    > scusa in anticipo la tremenda ignoranza in merito..

    ci mancherebbe, non è colpa tua!
    ti hanno fatto intendere che investire in borsa è difficile, te l'hanno ripetuto da quando sei nato ed è normale che tu lo creda.

    Prova a documentarti, vai in biblioteca e leggi il libro di Beppe Scienza " il risparmio tradito" e ti si aprirà un mondo nuovo.

    ciao
    gbellelli
    Rispondi citando
     

  5. Collapse Details
     
    #5
    Data registrazione
    11-11-2009
    Messaggi
    18
    Attendo allora un tuo esempio di portafoglio "ragionato" ... anche in ottica di accumulo...

    grazie in anticipo!
    Rispondi citando
     

  6. Collapse Details
     
    #6
    Data registrazione
    18-06-2005
    Messaggi
    9,363
    ciao

    visto che in privato mi stanno arrivando molte domande per analizzare portafogli creati da promotori finanziari e per consigliare un portafoglio che non richieda l'aiuto di una banca o di un promotore per crearlo e gestirlo, rispondo pubblicamente a tutti che faccio prima.

    Analizzare i portafogli in essere di ognuno non è possibile.
    O meglio, è possibilissimo ma non ne ho il tempo materiale.
    Dovrei sacrificare il tempo al mio trading e non farei un affare.
    L'alternativa sarebbe farmi pagare ogni analisi ma non mi va.

    Per crearsi un portafoglio, senza l'aiuto della banca o del promotore invece:

    un idea potrebbe essere:
    70% BTP i, cosè Btp legati all'inflazione così ti preservi da cattive sorprese di perdita del potere d'acquisto.
    Btp i da portare a scadenza.

    30% obbligazioni di emittenti private ( banche o aziende quotate ). Ovviamente acquistare più obbligazioni di emittenti diverse per limitare il rischio default. Non investire in titoli che non abbiano la lettera A nel rating.
    Bond da portare a scadenza.

    Con le cedole che maturerari con Btp i e bond, acquisterei man mano quote di un Etf che investa sul mercato azionario italiano oppure sul Eurostoxx oppure sulla borsa americana fino ad un 10% del portafoglio.
    Dopo reinvestirai le cedole in titoli bond o btp i

    Questo è solo un esempio di portafoglio prudente, che non occorre seguire se non 1 volta al mese, che ti fa dormire di notte e che si rivaluta nel tempo.

    ciao
    gbellelli
    Rispondi citando
     

  7. Collapse Details
    Mie scelte 
    #7
    Data registrazione
    25-06-2005
    Messaggi
    2,737
    Opinione e parere personalissimo, per le obbligazioni faccio da solo (60% del patrimonio in prevalenza corporate) mentre per l'azionario ho scelto qualche azione italiana (ENI,ENEL,FINMECCANICA,AZIONI DI RISPARMIO VARIE, etc.etc.) più alcuni ETF della Lyxor, una delle maggiori "case" ETF.
    Mi son costruito un paniere in accumulo su un conto con basse spese, nel mio caso DIRECTA (pago lo 0,19% su ogni acquisto con minimo 0,4 euro). Nello specifico ho scelto 3 etf :
    un ETF su azioni di società leader mondiali (titans50):
    http://www.lyxoretf.it/quotes/detail...e=FR0007075494
    un ETF su azioni emergenti asia (incluso australia ma escluso giappone):
    http://www.lyxoretf.it/quotes/detail...e=FR0010312124
    ed un ETF di azioni basate su fondamentali d'Europa (con Inghilterra):
    http://www.lyxoretf.it/quotes/detail...e=FR0010400770

    Volendo e potendo, credendoci, mi piace anche l'ETF basato sui fondamentali dell'America:
    http://www.lyxoretf.it/quotes/detail...e=FR0010400804

    Inoltre, personalmente, sto anche accumulando (10% del patrimonio) su un ETF argento fisico (ma l'oro potrebbe anche andar benissimo) per il lunghissimo: se non ricordo male il codice è PHAG

    Queste sono le mie scelte che ho fatto in base alle mie esigenze ed aspettative future (tenendo conto che non penso necessiterò di prelevare nulla per almeno 5 anni).

    Sperandol di aver fatto cosa gradita !
    Saluto,
    Lux
    Lux
    "Making money is a strategic game, where it is important to work with stop loss and profit targets"
    Rispondi citando
     

  8. Collapse Details
     
    #8
    Data registrazione
    19-03-2008
    Messaggi
    1,717
    Citazione Orginalmente inviato da newborn_
    Buongiorno a tutti,
    vi ringrazio in anticipo per ogni aiuto che saprete darmi (e qualsiasi consiglio, visto che sono assolutamente a digiuno di ogni informazione borsistica).
    La questione è molto semplice.. ho già dei soldi investiti tramite un PFA (personal financial adviser, credo) della Fineco, soldi che sono stati messi su 4 differenti fondi

    - PF EMERGING MARKETS;
    - PF INDIAN EQUITIES;
    - ING (L) INV EUR EQUI;
    - ING (L) INV EUR H DI;

    L'investimento mi è costato, oltre alle spese vive della banca, una commissione di entrata del 5%, più i normali costi di gestione interni del fondo. (tralasciamo l'impietosa situazione... -22%)
    Allora... lo stesso Promotore finanziario mi propone, in questo periodo, di fare un piano di accumulo (investendo su fondi azionari), cosa che concettualmente condivido.. la musica è la stessa.. l'investimento viene delazionato con acquisti ogni mese ma non cambiano i costi (sempre 5% di entrata + costi interni del fondo).

    Ora, un dipendente della Unicredit presso la quale ho un conto corrente mi dice che anche lui mi può far fare un piano di accumulo, sempre su fondi azionari, ma senza praticamente spese (12 euro di apertura + costi interni del fondo)..

    Allora io mi chiedo e chiedo loro: come mai ci sono costi differenti, se l'investimento è lo stesso???
    RISPOSTE
    PFA Fineco: io ti propongo dei fondi più performanti, i suoi hanno delle percentuale sull'utile che realizzi, quello che ti faccio io hanno quei costi di entrata (mi ha parlato di Sicav) perchè così è deciso dal fondo e non da me;

    Unicredit Banca: i miei fondi sono esattamente come i suoi, naturalmente ti posso proporre soltanto quelli del nostro gestore (Pioneer)...

    Sinceramente....!?!?

    Non capisco più NULLA!!!

    scusate lo sfogo...
    Attendo vostre delucidazioni.
    Grazie
    quello di fineco ti ha raccontato una serie di stronzate.....
    davanti al cul ragion non vale!

    parvus homo magnam cacatam fecit....

    ....la parola è d'argento....ma il silenzio è d'oro...!!!!
    Rispondi citando
     

  9. Collapse Details
     
    #9
    Data registrazione
    26-11-2008
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    9,515
    Citazione Orginalmente inviato da Sorrow62
    Ora capisco un mare di cose...
    Meglio tardi che mai...
    Mi son fidata, che scema...
    Bè,in effetti...
    E vorrei ripeterlo: Mi son fidata come una scema, anzi peggio, come una nebbekh!
    ... ...
    Sveglia!!!Farebbero la fame se non ci fossero in giro così tanti ILLUSI...!
    Rispondi citando
     

  10. Collapse Details
     
    #10
    Data registrazione
    09-09-2005
    Residenza
    Carrara
    Messaggi
    2,183
    mandagli un Golem.


    ciao
    apuo
    "Ingiuriare i mascalzoni con la Satira è cosa nobile, a ben vedere significa onorare gli Onesti."
    (Aristofane - I Cavalieri)
    Rispondi citando
     

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Ricerca personalizzata
Powered by