["La Speculazione" è pronta ad attaccare l'ITALIA]


Il FtseMib disegna una Doji candle che testa il supporto in area 22.000 punti, archiviando la peggior settimana dell’anno. La cosa sorprendente è che il ribasso non è corale (il Dax chiude in frazionale flessione e gli indici Usa sui massimi assoluti) ma è una peculiarità di Piazza Affari. Guardando l’andamento del BTP (il 2037 ha chiuso tutte le 5 sedute settimanali in rosso con un bilancio del -2.5%) si ha l’impressione che sia stato un primo segnale dei mercati all’Italia non appena si è paventata l’ipotesi del 4 Marzo 2018 come data delle elezioni politiche. Gli investitori temono che con l’attuale legge elettorale non ci sarà una maggioranza in grado di guidare il paese e dunque in questi contesti incerti su preferisce cliccare su “sell”. A farne le spese sono soprattutto i titoli bancari che archiviano l’ottava con ribassi in doppia cifra (Bper -11.94%, Bpm -11.7, Unicredit -10.08%)

A 8 sedute dalle fine del 2017 (che comunque si avvia a chiudere con un rialzo double digit: +14.87% attuale performance) bisogna essere consapevoli che il “rischio Italia” potrebbe essere il leitmotiv da qui alle politiche soprattutto se i sondaggi daranno i tre schieramenti in campo in equilibrio o comunque non in grado di prendere il premio di maggioranza. Graficamente l’engulfing Bearish disegnato sul grafico settimanale non promette niente di buono, soprattutto se prima della fine dell’anno verrà violato l’importante supporto in area 22.000. Sarà dunque importante monitorare questo livello: una eventuale perforazione ci indurrà a cambiare strategia liquidando le 2 posizioni Long detenute in portafoglio su un titolo industriale e un assicurativo

Per ricevere osgni giorno in REALTIME le indicazioni sul titolo da acquistare
Via WA e SMS consulta Prime Time Trading => http://www.sostrader.it/sostrader/primetimetrading.cfm


Name:  btp.jpg
Views: 157
Size:  157 Bytes