Reply To Thread
Pagina 1 di 25 1 2 3 11 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 244
  1. Collapse Details
    Energie alternative : Solare Eolico e altro 
    #1
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Visto che si parla solo di titoli esteri, per ordine apro qui un nuovo forum.
    L'altro molto interessante era sotto : http://www.maidireborsa.it/showthrea...hlight=q-cells
    Ultima modifica di cbr20842,1 : 13-11-2006 alle ore 10.31.42
    Rispondi citando
     

  2. Collapse Details
    Risultati Conergy 
    #2
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Stanno trainando tutto il settore del solare.

    Tabella riassuntiva :
    Conergy AG - Hamburg

    3. Quartal (30.9.) 2006 2005
    Umsatz 136,4 Mio 100,1 Mio
    EBIT - a. 5,4 Mio 4,1 Mio
    -Marge 4,0 % 4,1 %
    Konzerngewinn 40 Mio 7 Mio
    a. Earnings before interest and taxes.
    - Angaben in EUR, EBIT-Marge in Prozent.
    - Bilanz nach IFRS.
    - EBIT im Vorjahr vor IPO-Aufwendungen.
    - Aktiensplit im Juni 2006.

    Umsatz=ricavi
    marge=margine
    Konzerngewinn§=utile gruppo(al netto imposte)
    Rispondi citando
     

  3. Collapse Details
    Coneregy 
    #3
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Stime azienda per ricavi a fine anno a 800 milioni circa + 50% sull'anno precedente. Vendite all'estero in forte aumento, in lieve discesa in germania a causa dell'aumento dei prezzi.
    Posti di lavoro al 1 ottobre 1340, l'anno scorso alla stessa data erano 696 .
    Nel corso del 2007 si procederanno a investimenti per 250 milioni per riconversione fabbrica vicino a frencoforte, (secodo loro) sarà la piu' efficente nel mondo. Assumeranno in questo stabilimento altre 1200 persone nel medio termine .
    nonostante tutte queste assunzioni fatte e annunciate il titolo fa un bel + 6,5% e sta trainando le concorrenti che diffonderanno però i dati tra domani e dopodomani.
    Rispondi citando
     

  4. Collapse Details
     
    #4
    Balinor Guest
    ho chiuso oggi lo switch su q-cell ha aperto in
    gap up impressionante e dopo riportera' i dati quindi
    immagino ci sara' volatilita' a iosa
    cmq ho guardato i dati dei bilanci sono tutti ottimi
    conergy e ersol hanno sottoperformato gli altri titoli del
    settore immagino perche' non sono ancora giunti
    a utile netto ma stanno notevolmente aumentando investimenti
    e personale soprattutto , devo studiare le varie
    differenze e mi piacerebbe annotarle per aiutare
    chi entra per la prima volta nella giungla del solare
    ciaooo
    Rispondi citando
     

  5. Collapse Details
    Conergy 
    #5
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Vero spettacolo
    Ultima modifica di cbr20842,1 : 13-12-2006 alle ore 15.00.01
    Rispondi citando
     

  6. Collapse Details
    3q Solarworld 
    #6
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Significant profit growth following the acquisition

    SolarWorld AG (ISIN: DE0005108401) has continued its positive earnings
    trend in the third quarter of 2006. The group benefited from the good
    development of exports in the wafer segment. Earnings additionally
    benefited from the acquisition of the Shell assets.
    Earnings before interest and taxes (EBIT) grew 198 per cent to 77.4 (2005:
    26.0) million EUR in the third quarter and rose 148 per cent to 142.2
    (2005: 57.4) million EUR in the period January to September. The first-time
    consolidation of the former Shell companies generated extraordinary
    positive one-off income of 53.9 million EUR. Adjusted for extraordinary
    effects, the SolarWorld Group managed to increase its EBIT by 40 per cent
    to 36.5 million EUR in the third quarter and by 76 per cent to 101.3
    million EUR in the first nine months.
    Group profits climbed by 319 per cent year-on-year to 63.3 (2005: 15.1)
    million EUR in the third quarter. In the first nine months, profits more
    than tripled to 103.4 (2005: 33.6) million EUR.
    Due to the expansion, group sales grew along the entire value chain by 29
    per cent to 142.0 (2005: 110.5) million EUR in the third quarter and by 32
    per cent to 326.5 (2005: 247.1) million EUR in the period from January to
    September.
    The Board of Management of SolarWorld AG confirmed its sales forecast of
    around 40 per cent growth year-on-year for the entire year. Due to the
    significant one-off effect of the Shell transaction and the positive
    development of the group's operating business, the Board of Management of
    SolarWorld AG has lifted its profit forecast for the 2006 fiscal year. The
    Board of Management now expects group profits to more than double
    year-on-year.

    Information and Explaination of the Issuer to this News:

    About SolarWorld AG: The SolarWorld Group is among the three largest solar
    power companies in the world. The group is dedicated exclusively to the
    core business of solar energy, combining all stages of the solar value
    chain, from the raw material silicon to turn-key solar power plants. The
    company operates production facilities in Germany, Sweden and the United
    States. In the United States, SolarWorld AG is the leading producer and
    provider of solar power technology. In addition, sales offices operate in
    South Africa and Singapore, completing the international alignment of the
    group. The responsibilities of these offices include the sale of rural
    solar power solutions that can make an important contribution to the
    sustainable economic development of the southern hemisphere.
    In Freiberg, Saxony, the group operates one of the world's most advanced
    integrated solar production facilities where the SolarWorld Group turns
    solar grade silicon into high quality solar wafers, solar cells and solar
    modules. SolarWorld AG offers a broad and diverse range of products from
    modules for grid-coupled and grid-independent power generation all the way to a whole class of complete solar power systems for decentralized and centralized electricity generation. After the IPO at the end of 1999, the company developed within a few years from a solar trading house to a fully integrated solar technology group, increasing its workforce to more than 1,300 employees. SolarWorld AG is listed at the stock exchange in the technology index TecDAX, in the Dow Jones STOXX 600 as well as the
    international MSCI index, among others.
    Rispondi citando
     

  7. Collapse Details
    3q Solon Ag 
    #7
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Berlin, November 14, 2006 - SOLON AG für Solartechnik (ISIN DE0007471195) continued on an unabated growth path in the third quarter of 2006 despite a difficult market environment. Group revenue rose to EUR 218.0 million in the first nine months of the year, reflecting growth of 81 percent compared to the previous year.
    Other key figures of the SOLON Group improved as follows in the period under review: EBITDA increased to EUR 19.9 million (first nine months of 2005: EUR 10.2 million), EBIT to EUR 15.5 million (first nine months of 2005: EUR 8.1 million) and net income after minority interests to EUR 9.5 million (first nine months of 2005: EUR 4.5 million). With 9.3 million shares as of September 30, 2006, earnings per share were EUR 1.04, reflecting a 58 percent increase compared to the year before.
    The total output of standard modules and SOLON Movers produced by SOLON in the first nine months of 2006 was 60 megawatts (first nine months of 2005: 38 megawatts). For full-year 2006, the company expects production volume to reach 84 megawatts (previous year: 56 megawatts). Typically, SOLON generates approximately 60% of its annual revenue and net income in the first nine months of the fiscal year. The current nine month figures have once again confirmed the extremely seasonal nature of the photovoltaic industry. However, administrative startup difficulties in young export markets such as Spain and Italy have resulted in delays in individual megawatt projects. Depending on the degree to which these projects can be implemented by year-end, the company's expectation for 2006 as a whole is that Group revenue will increase by 50 to 75 percent compared to 2005, with a corresponding improvement in net income. For 2007, the company is anticipating growth in both production quantities and sales of 25% with a corresponding rise in earnings.
    Due to the strong growth of SOLON AG, the company's Management Board and Supervisory Board have decided to move the corporate headquarters in Berlin and the production facilities in Berlin-Neukölln to a new location in Berlin-Adlershof, joining the new facilities with the departments already located in Adlershof. Among other things, the primary consideration in making the decision to change location was integration into the existing structure of the financial, research and scientific base in Adlershof. The move to the new location is planned for the start of 2008.
    The complete report as of September 30, 2006 can be downloaded from the SOLON AG homepage at www.solonag.com.
    Rispondi citando
     

  8. Collapse Details
    3Q Q-Cells 
    #8
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Rispondi citando
     

  9. Collapse Details
    3Q Ersol 
    #9
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    • Sales have increased from € 43,216 thousand the previous year to € 96,049 thousand
    • Operating result has risen by 178.2% to € 16,840 thousand
    • Financing negotiations for investments announced successfully concluded
    The results of ErSol Solar Energy AG (ErSol) for the first nine months of 2006 are again showing strong growth in sales and profits. In comparison with the same period last year (€43,216 thousand), consolidated sales grew by 122.3% to € 96,049 thousand, due to the Group's sustained expansion. At 42.5%, the export quota (previous year: 28.0%) remained at the high level of the first half. ErSol's operating result (EBIT) actually grew in the first nine months by 178.2% and totalled € 16,840 thousand (previous year: € 6,054 thousand).The EBIT margin was increased to 17.5%, up from 14% in 2005. Consolidated earnings were significantly increased year-on-year. With an increase of 127.4%, these amounted to € 10,732 thousand during the reporting period – in the first nine months of 2005 this figure was only € 4,720 thousand.

    Financing secured for further expansion
    The negotiations to secure the financing, which enables a further expansion of capacities, were concluded on 4 October. The ErSol Group will use a consortium loan of € 157 million, the existing cash, the cash flow of current operating activities, and public subsidies to expand its Wafers and Solar Cells segments with continuous output and to develop its thin-film technology business. Managing this significant growth is one of the ErSol Group’s main priorities in the fourth quarter and will continue to be a main focus for the whole of next year.

    Outlook FY 2006
    Despite the contractually agreed delivery volumes, Q3 2006 only saw moderate earnings growth due to below-schedule deliveries from external wafer manufacturers. ErSol did succeed in partly compensating for the lower multicrystalline wafer volumes by drawing on additional raw materials from the Silicon business segment, however this was only accomplished at higher prices. The resulting increase in the cost of materials impeded the stronger increase in gross earnings originally anticipated.

    Dr. Claus Beneking, ErSol's CEO, outlines the outlook for the ErSol Group as follows: "ErSol still expects to achieve its projected sales of between € 120 million and € 125 million for 2006 as a whole. Its operating result is expected to be in the range of € 20 million to € 23 million. Accordingly, the EBIT margin will be below the forecast 20 percent. The reason for this, as was already the case in Q3, are the continued delays with wafer deliveries. However, since it is anticipated that the bulk of these deliveries have only been temporarily postponed, ErSol will benefit from these production volumes next year."

    ErSol plans to successively reduce the risk of a further shortfall in its raw materials supply from short-term supply agreements by concluding more reliable long-term agreements. A large portion of the Company’s wafer and silicon supplies will already come from such commercial relations in 2007; this will increase to as much as 80 percent in 2008 and subsequent years.

    However, the ErSol Group's earlier than planned capacity expansion has also contributed to the lower than anticipated operating result for the year as a whole. Additional start-up costs for thin-film production and further investments in the crystalline area will be carried in the current year. Nevertheless, these earlier than planned expansion activities will allow, among other things, a faster move into thin-film production.

    2008 will herald a new era for ErSol
    The ErSol Group is undergoing a growth process that is being shaped by extensive capacity expansion during continued production in 2006 and 2007. "From 2008, we will be reaping the rewards of our hard work,“ Beneking is convinced. "A nominal capacity of 220 MWp in the crystalline area and of 40 MWp in thin-film technology will result in a substantial improvement of the EBIT margin and our market position in the photovoltaics industry. In this way, our growth will continue to outperform the market,“ concludes ErSol's Chief Executive Officer.
    Rispondi citando
     

  10. Collapse Details
    Incentivi finanziaria 2007 
    #10
    Data registrazione
    09-06-2006
    Residenza
    Casa mia
    Messaggi
    1,920
    Copio e incollo articoli finanziaria approvata ieri con gli incentivi per il risparmio e maggiore efficenza energetica. Nota per gli edifici di nuova costruzione superiori a 10000 mt cubi l'istallazione di pannelli è obbligatoria.

    art 66. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, relative ad interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, che conseguono un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale inferiore di almeno il 20 per cento rispetto ai valori riportati nell'allegato C, numero 1), tabella 1, annesso al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di 100.000 euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo.
    67. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, relative ad interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari, riguardanti strutture opache verticali, strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi, spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo, a condizione che siano rispettati i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, della Tabella 3 allegata alla presente legge.
    68. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, relative all'installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università, spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo.
    69. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, per interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione, spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 55 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro, da ripartire in tre quote annuali di pari importo.
    70. La detrazione fiscale di cui ai commi 66, 67, 68 e 69 è concessa con le modalità di cui all'articolo 1 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni, e alle relative norme di attuazione previste dal regolamento di cui al decreto del Ministro delle finanze 18 febbraio 1998, n. 41, e successive modificazioni, sempreché siano rispettate le seguenti ulteriori condizioni:
    a) la rispondenza dell'intervento ai previsti requisiti è asseverata da un tecnico abilitato, che risponde civilmente e penalmente dell'asseverazione;
    b) il contribuente acquisisce la certificazione energetica dell'edificio, di cui all'articolo 6 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, qualora introdotta dalla regione o dall'ente locale, ovvero, negli altri casi, un "attestato di qualificazione energetica", predisposto ed asseverato da un professionista abilitato, nel quale sono riportati i fabbisogni di energia primaria di calcolo, o dell'unità immobiliare ed i corrispondenti valori massimi ammissibili fissati dalla normativa in vigore per il caso specifico o, ove non siano fissati tali limiti, per un identico edificio di nuova costruzione. L'attestato di qualificazione energetica comprende anche l'indicazione di possibili interventi migliorativi delle prestazioni energetiche dell'edificio o dell'unità immobiliare, a seguito della loro eventuale realizzazione. Le spese per la certificazione energetica, ovvero per l'attestato di qualificazione energetica, rientrano negli importi detraibili.

    71. Ai fini di quanto disposto dai commi da 66 a 72 si applicano le definizioni di cui al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, da adottare entro il 28 febbraio 2007, sono dettate le disposizioni attuative di quanto disposto ai commi 66, 67, 68 e 69.
    72. All'articolo 4 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo il comma 1 è inserito il seguente:
    "1-bis. Nel regolamento di cui al comma 1, ai fini del rilascio delle concessioni edilizie, è prevista l'installazione dei pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per gli edifici di nuova costruzione, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 0,2 kW".
    73. Gli interventi di realizzazione di nuovi edifici o nuovi complessi di edifici, di volumetria complessiva superiore a
    10.000 metri cubi, con data di inizio lavori entro il 31 dicembre 2007 e termine entro i tre anni successivi, che conseguono un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per metro quadrato di superficie utile dell'edificio inferiore di almeno il 50 per cento rispetto ai valori riportati nell'allegato C, numero 1), tabella 1, annesso al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, nonché del fabbisogno di energia per il condizionamento estivo e l'illuminazione, hanno diritto a un contributo pari al 55 per cento degli extra costi sostenuti per conseguire il predetto valore limite di fabbisogno di energia, incluse le maggiori spese di progettazione.
    74. Per l'attuazione del comma 73, è costituito un Fondo di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni del triennio 2007-2009. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, sono fissate le condizioni e le modalità per l'accesso e l'erogazione dell'incentivo, nonché i valori limite relativi al fabbisogno di energia per il condizionamento estivo e l'illuminazione.
    75. Per le spese documentate, sostenute entro il 31 dicembre 2007, per la sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro combinazioni con analoghi apparecchi di classe energetica non inferiore ad A+ spetta una detrazione dall'imposta lorda per una quota pari al 20 per cento degli importi rimasti a carico del contribuente, fino a un valore massimo della detrazione di 200 euro per ciascun apparecchio, in un'unica rata.
    76. Ai soggetti esercenti attività d'impresa rientrante nel settore del commercio che effettuano interventi di efficienza energetica per l'illuminazione nei due periodi d'imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2006, spetta una ulteriore deduzione dal reddito d'impresa pari al 36 per cento dei costi sostenuti nei seguenti casi:
    a) sostituzione, negli ambienti interni, di apparecchi illuminanti con altri ad alta efficienza energetica, maggiore o uguale al 60 per cento;
    b) sostituzione, negli ambienti interni, di lampade ad incandiscenza con lampade fluorescenti di classe A purché alloggiate in apparecchi illuminanti ad alto rendimento ottico, maggiore o uguale al 60 per cento;
    c) sostituzione, negli ambienti esterni, di apparecchi illuminanti dotati di lampade a vapori di mercurio con apparecchi illuminanti ad alto rendimento ottico, maggiore o uguale all'80 per cento, dotati di lampade a vapori di sodio ad alta o bassa pressione o di lampade a ioduri metallici;
    d) azione o integrazione, in ambienti interni o esterni, di regolatori del flusso luminoso.
    Rispondi citando
     

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
Ricerca personalizzata
Powered by